🔥 USA aperti al turismo da novembre. 🔥

Itinerario - Georgia 360°

giorno 1

Tbilisi

history
20 %
culture
80 %
Benvenuti in Georgia!
Vedi mappa
I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da dove partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci. Questo per darti la massima libertà di scelta! 😊Check-in in hotel a Tbilisi, e meeting di benvenuto. Possiamo avere un primo assaggio della Georgia partendo proprio dalla capitale: facciamo due passi, magari nel centro storico, che con le sue case colorate, i vicoli tortuosi, le piazze e le chiese ricorda tempi passati in cui questa città era il crocevia di Oriente e Occidente. Troviamo poi un localino dove cenare e assaggiare qualcosa di tipico - come il khachapuri adjaruli (una specie di pizza ripiena di formaggio e uova) o i khinkali (ravioli ripieni).
giorno 2

Tbilisi

nature
80 %
history
20 %
Rocche nel verde
Vedi mappa
Ci svegliamo di buon’ora e ci allontaniamo dalla città: questa mattina abbiamo in programma la visita della rocca di Ananuri, un castello che sorge sulle rive del Lago Zhinvali e che dal 2007 è in attesa di entrare nella lista dei siti patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. Dopo aver visitato gli interni saliamo sulla cima della torre più alta per godere del panorama della Riserva di Zhinvali - sarà incredibile ammirare i riflessi del paesaggio sul lago davanti a noi!
Il simbolo della Georgia
Dopo un pranzo veloce ci spingiamo ancora fra le alte vette del Caucaso: raggiungiamo Stepantsminda, ancora conosciuta con il nome di Kazbegi, che sorge nella valle ai piedi del Monte Kazbek. Da qui proseguiamo a piedi: ci aspetta un facile trekking fino alla Chiesa della Santa Trinità o Monastero di Gergeti, che è riconosciuta come simbolo della Georgia per la sua posizione - siamo a 2200 metri! - e soprattutto per la perseveranza del popolo georgiano che l’ha costruita qui, nonostante il luogo impervio e isolato. Anzi, è forse proprio la scelta dell’ubicazione a rendere questa Chiesa tanto maestosa e affascinante.
Leccornie georgiane!
Vedi mappa
Dopo aver fatto un tuffo nella storia della Georgia - e aver visto dei paesaggi pazzeschi! - rientriamo a Tbilisi, dove ci aspetta finalmente la cena di benvenuto - avremo modo di assaggiare di nuovo qualche prelibatezza locale come l’ajapsandali (una ratatouille molto piccante) o il kharcho (una specie di zuppa speziata con manzo). Brindiamo a noi e all'inizio di questa avventura!
pt mappa
Vedi mappa
Noleggio auto e cena di benvenuto inclusi nella quota viaggio. Benzina inclusa nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Kutaisi

history
30 %
culture
50 %
party
20 %
L'antica capitale
Vedi mappa
Salutiamo la capitale e ci muoviamo di buon’ora: raggiungiamo in circa mezz’ora Mtskheta, antica capitale del regno di Georgia e una delle città più antiche del Paese - non a caso, moltissimi edifici e siti sono patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Non possiamo perderci la maestosa Cattedrale di Svetotskhoveli, un’opera imponente che mette in soggezione fedeli e non, e la Chiesa di Jvari, che con la sua posizione dominante (si trova in cima ad una collina e può essere vista anche da chilometri di distanza) è il luogo più sacro del Paese.
La città delle funivie
Proseguiamo verso la destinazione finale di oggi, Kutaisi - ma visto che è di strada, ci fermiamo per un breve sosta anche a Chiatura, anche nota come la città delle miniere bolsceviche - ma soprattutto la città delle funivie, dato che l’unico modo per trasportare i minatori era proprio attraverso questo mezzo di trasporto. Sarà suggestivo vivere questa città: volendo possiamo anche salire in una delle funivie (quelle ancora funzionanti) e tornare indietro nel tempo, negli anni della dominazione sovietica di queste terre - oltre ad ammirare il panorama, davvero unico, che si gode da quassù!
Un eremo lontano dal mondo
Non perdiamo troppo tempo e ci rimettiamo in marcia: dobbiamo raggiungere la chiesa più scomoda del mondo - Katskhi Pillar! Si erge su un pilastro di roccia alto 40 metri che ci impressionerà man mano che ci avviciniamo: la cima è raggiungibile solo tramite una scaletta di ferro composta da 130 gradini (purtroppo per noi - o per fortuna! - non è possibile accedervi!). In questo Eremo, chiamato anche Pilastro della Vita, vive un monaco che fin dal 1993 è salito qui per essere più vicino a Dio - gli vengono mandati beni di prima necessità tramite una carrucola!
Tra chiese e fontane
Raggiungiamo infine Kutaisi, sede del Parlamento della Georgia: qui visitiamo la Cattedrale di Bagrati (avete indovinato, anche lei patrimonio dell’UNESCO), che è una delle chiese più belle del Paese - anche in questo caso avremo la sensazione di essere piccoli piccoli davanti a tanta imponenza - e non ci perdiamo nemmeno la Fontana della Colchide, che con i suoi giochi d’acqua e le sue decorazioni ci ipnotizzerà per un po’!
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Ingressi e benzina inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

Kutaisi

nature
70 %
party
20 %
Kayak nel canyon
Vedi mappa
Lasciamo da parte i siti UNESCO per oggi e immergiamoci nella natura di questo Paese, che a paesaggi non ha nulla da invidiare a tanti altri luoghi del mondo. Raggiungiamo la Riserva Naturale di Sataplia e, se la stagione è quella giusta e abbiamo voglia di bagnarci, possiamo noleggiare un kayak e pagaiare tra le acque nel Martvili Canyon: sarà surreale essere quaggiù e osservare la natura lussureggiante attorno a noi - godiamoci questa pace!
Trekking ad alta quota!
Dopo un pranzo veloce non perdiamo tempo e ci mettiamo in cammino: restiamo sempre nella Riserva ma raggiungiamo l’Okatse Canyon. Qui dobbiamo avere sangue freddo: passeremo su una passerella costruita sul bordo di questo canyon. Ma non perdiamoci d’animo! Continuiamo fino alla piattaforma panoramica che si affaccia al centro della gola per godere di una vista mozzafiato! Dopo questo brivido, un breve trekking fino ad una cascata ci farà sciogliere la tensione accumulata - e rientrati a Kutaisi, beviamoci su!
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Ingressi e benzina inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

Mestia

nature
100 %
Nell'impervio Svaneti
Vedi mappa
Stamattina ci aspetta un transfer lungo e sarà il momento giusto per riposare, soprattutto dopo le avventure vissute ieri: raggiungiamo in circa 4 ore Mestia, una città circondata dalle maestose vette della catena del Caucaso. A mano a mano che ci avviciniamo alla città infatti si apre maestoso ai nostri occhi il Monte Ushba, che domina il panorama in tutta la sua bellezza. Siamo nel cuore dello Svaneti, un territorio selvaggio, antico e talmente isolato da non essere mai stato sottomesso da nessun dominatore.
Sotto il cielo stellato
Appena arrivati e dopo un pranzo veloce esploriamo la cittadina: saltano subito all'occhio le numerose torri e torrette medievali - di notte, quando sono illuminate, creano un’atmosfera ancora più magica! -  che ricordano la bella San Gimignano (le città sono infatti gemellate dal 1975!). Se abbiamo abbastanza tempo possiamo anche dedicarci a qualche trekking: ci sono diversi percorsi che partono da qui e possiamo decidere assieme quale percorrere! Stasera invece, tempo permettendo, assisteremo ad uno spettacolo: quello del cielo stellato, che in questa regione così remota del mondo ci farà sentire piccoli piccoli di fronte alla maestosità dell’universo.
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Ingressi e benzina inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

Ushguli

nature
100 %
Tra le vette del Caucaso
Vedi mappa
Restiamo in zona ma cambiamo città: stamattina ci spostiamo a Ushguli, una cittadina ai piedi del Monte Shkhara, che con i suoi 5193 metri è la cima più alta della Georgia. Ancora una volta resteremo incantati dal paesaggio che si apre davanti ai nostri occhi - siamo in una zona remota e impervia: questo centro abitato è considerato il più alto insediamento d’Europa (siamo a 2100m sul livello del mare!). Appena arrivati ci mettiamo le scarpe da trekking e iniziamo a camminare: insieme alla nostra guida raggiungiamo Chiesa Lamaria, che sorge su una collina che ci regalerà una vista mozzafiato sul paesaggio che ci circonda.
La cucina degli Svan
Nel pomeriggio possiamo visitare Ushguli - anche qui ritroviamo le torri medievali di Mestia - oppure imboccare un altro sentiero per immergerci di nuovo nella natura. Stasera poi troviamo una taverna tipica dove provare la cucina tipica degli Svan, gli abitanti del posto: pasticci di carne, formaggio cotto nel pane e purè di patate con il formaggio sono alcune delle prelibatezza che potremo assaggiare. Per concludere in bellezza… birretta fresca e cielo stellato? D’altro canto, in questa parte di mondo, non serve molto altro per essere felici.
Visita guidata alla città di Ushguli e noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina inclusa nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Tskaltubo

history
20 %
relax
80 %
Una pausa nel castello
Vedi mappa
Ci allontaniamo dalle alte catene montuose che ci hanno fatto da casa in questi giorni e ci muoviamo verso Zugdidi - ci fermiamo qui per una pausa lungo il tragitto che oggi ci porterà fino a Tskaltubo.  Visitiamo il Castello di Dadiani, il palazzo della famiglia Dadiani (l’antica dinastia regnante in questa provincia della Georgia): oltre all'affascinante struttura, che risalta per la sua eleganza, anche il giardino esterno merita una visita - se è una bella giornata, possiamo stenderci al sole o fare due passi nel verde.  
Un po' di relax!
Riprendiamo il nostro viaggio, fermandoci solo per il pranzo in qualche trattoria lungo la strada, e raggiungiamo finalmente Tskaltubo che deve la sua fama soprattutto per essere stato il centro termale favorito dai russi quando la Georgia era ancora parte dell’URSS - ci sono infatti moltissimi edifici, soprattutto hotel e SPA, abbandonati che rendono l’atmosfera quasi surreale (di fatto è anche possibile accedervi!). Noi ci rilassiamo in una SPA funzionante per stasera: dopo tante ore di strada sarà una goduria farsi coccolare dall’acqua!
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Ingressi e benzina inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 8

Gori

history
60 %
relax
20 %
culture
20 %
La città di Stalin
Vedi mappa
Non ci fermiamo mai durante questa nostra avventura! In un paio d’ore raggiungiamo Gori, una cittadina dell’entroterra georgiano famosa per un solo motivo (anzi, per una sola persona): Stalin, che qui nacque e frequentò le scuole elementari. Visitiamo la sua casa natia, divenuta dal 1957 anche un museo che ripercorre tutta la sua vita. A Gori ci fermiamo anche per il pranzo -  magari altri khinkali?
Nella terra del vino
Vedi mappa
Più che la città in sé, sono i dintorni di Gori ad essere interessanti: nel pomeriggio ci spostiamo infatti a Uplistsikhe, un’antica città rupestre risalente al VI secolo a.C.  Esploriamo i resti della città che venne scavata nella roccia e ci godiamo il panorama unico sulla valle che si può vedere da quassù. Risaliamo poi in auto e raggiungiamo in serata la bellissima cittadina di Sighnaghi - giusto per concludere alla grande questo nostro viaggio. Sighnaghi sorge sulla cima d'un colle e da qui si gode di un panorama mozzafiato sulla Valle di Alazani e il Caucaso: troviamo un localino dove mangiare - se riusciamo a trovare un’enoteca dove assaggiare il vino locale del Kakheti con vista sulle montagne, siamo a cavallo!
Escursione guidata a Gori e Uplistsikhe e noleggio auto inclusi nella quota viaggio. Ingressi e benzina inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 9

Sighnaghi

nature
30 %
culture
40 %
party
30 %
Due passi in città
Vedi mappa
Stamattina ci alziamo di buon’ora e ci concediamo una rilassante passeggiata fino al Convento di Bodbe, in cui riposa santa Nino - un’altra chiesa immersa nel verde e in paesaggi pazzeschi. Torniamo poi in città e passeggiamo tra le vie di Sighnaghi - saltano all'occhio soprattutto alcuni edifici storici dai colori accesi che contrastano con le cime innevate dei monti all'orizzonte. Troviamo una taverna dove pranzare e poi ci rimettiamo sulla strada.
Assaggiamo il vino del Kakheti!
Stiamo tornando al nostro punto di partenza - prima però ci fermiamo a Kvareli, dove possiamo visitare qualche azienda vinicola del Kakheti e fare una degustazione delle cinque principali qualità di vino del posto, e non ci perdiamo nemmeno Tsinandali, che custodisce nei suoi 7 km di cantine scavate nella collina più di 25mila bottiglie di vino. Rientriamo infine a Tbilisi dove faremo la nostra cena di arrivederci: gustiamo ancora una volta la cucina tipica georgiana e brindiamo assieme a tutte le avventure vissute in questi 10 giorni trascorsi assieme!
Cena di arrivederci e noleggio auto incluso nella quota viaggio. Ingressi e benzina inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 10

Tbilisi

Check-out e saluti
Vedi mappa
Purtroppo il nostro viaggio in Georgia è arrivato al termine: sarà difficile salutare queste terre, ma noi possiamo ritrovarci tutti per le strade del mondo!
Fine dei servizi di WeRoad. N. B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa