🔥 USA aperti al turismo da novembre. 🔥

Itinerario - Via Francigena: in cammino da Viterbo a Piazza San Pietro

giorno 1

Viterbo

culture
100 %
Benvenuti nella "Città dei Papi"
Vedi mappa
I trasporti da/per Viterbo non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da dove partire e a che ora arrivare. Questo per darti la massima libertà di scelta! Check-in in hotel a Viterbo e meeting di benvenuto. Questo pomeriggio abbiamo tempo per iniziare ad esplorare la "Città dei Papi" (in memoria del periodo in cui la sede papale fu appunto spostata in questa città): di antica origine etrusca e di grandi tradizioni storiche, Viterbo conserva un assetto monumentale tra i più importanti del Lazio, con i suoi aristocratici palazzi, i monumenti, i suggestivi quartieri medievali e le sue chiese. L’idea è proprio quella di prepararci per il nostro traguardo finale, Roma, cominciando per l’appunto da Viterbo e il suo “Palazzo dei Papi”, con la Loggia e la Sala del Conclave in cui si tenevano le udienze per eleggere i Papi, per poi proseguire nel quartiere di San Pellegrino, un quartiere medievale in cui perdersi tra le celebri scale, le case a ponte e le case-torri. E per iniziare questo cammino nel migliore dei modi dobbiamo anche prendere confidenza con le specialità gastronomiche della Tuscia, e quale occasione migliore della cena di benvenuto? Lombrichelli, acquacotta e tozzetti ci sembrano un buon inizio...stasera possiamo anche esagerare tanto nei prossimi giorni cammineremo abbastanza per smaltire i peccati di gola!
Cena di benvenuto inclusa nella quota viaggio. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 2

Vetralla - 17 km

nature
100 %
Da Viterbo a Vetralla
Vedi mappa
Siete pronti per il nostro primo giorno di cammino?! Questa mattina ci mettiamo gli zaini in spalla e iniziamo a macinare chilometri nelle gambe! La tappa di oggi è perfetta per iniziare questa avventura: 17 chilometri, prevalentemente in pianura, che iniziano dalla “Strada del Signorino”, all'interno delle “Vie Cave”, dei bellissimi tunnel scavati nel tufo dagli etruschi. Questi percorsi sacri servivano per collegare fra loro varie città e furono utilizzati in più occasioni dagli abitanti per difendersi dagli attacchi degli assalitori: le cave, infatti, ricoperte con rami e foglie, venivano usate come trappola per far precipitare nel vuoto i nemici.L’incredibile percorso iniziale lascia il posto a strade di campagna che corrono parallele alla Via Cassia, per poi perdersi tra vigne ed oliveti, su strade sterrate senza traffico, fino a quando non scorgeremo in lontananza la bella cittadina di Vetralla, nostro punto di arrivo.
Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Sutri - 24 km

nature
100 %
Da Vetralla a Sutri
Vedi mappa
Usciti da Vetralla, percorreremo un bellissimo tratto di cammino in una fitta foresta prima di arrivare alla chiesa della Madonna di Loreto. Da qui, attraverso immensi campi di alberi di nocciole e querce, arriveremo alle Torri d'Orlando, ruderi di un antico monastero.Proseguiremo poi verso il delizioso borgo di Capranica, e poi verso Sutri, perla semisconosciuta lungo la Francigena, con il suo Anfiteatro scavato nel tufo e il bel centro storico.E stasera che si mangia?! Bhè, uno dei prodotti tipici di Sutri è il fagiolo… avete mai sentito parlare dei “fagioli della Regina”?
Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

Campagnano di Roma - 24 km

nature
100 %
Da Sutri a Campagnano di Roma
Vedi mappa
Weroaders, in marcia! Dopo una sostanziosa colazione siamo pronti per affrontare i 24 chilometri che separano Sutri dalla nostra destinazione finale, Campagnano di Roma.La prima parte della tappa attraversa le campagne fino ad arrivare in prossimità di Monterosi, un piccolo paese dove, chi vorrà, potrà approfittarne per una golosa seconda colazione. Con le pance piene riprenderemo il nostra cammino fino ad arrivare alle cascate di Monte Gelato, molto famose nel mondo grazie soprattutto al cinema. Fu Roberto Rossellini a scoprirle e renderle note con il suo film del 1950 “Francesco, giullare di Dio”: a partire da quel momento diventarono location ambita per film, spot televisivi e…matrimoni.Entriamo quindi nel Parco di Veio, e percorriamo una strada sterrata panoramica, che ci conduce fino alle porte di Campagnano di Roma, il punto di arrivo della tappa odierna.
Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

La Storta - 23 km

nature
100 %
Da Campagnano di Roma a La Storta
Vedi mappa
Meno di 23 chilometri separano Campagnano da La Storta; e stavolta, è il caso di dirlo, ci siamo quasi: arriveremo alle porte di Roma, il traguardo finale della Via Francigena. Usciti da Campagnano ci godremo il bel panorama sulle campagne laziali prima di entrare nell'area del Parco di Veio, dove passeremo accanto alla chiesa della Madonna del Sorbo. Attraverseremo, quindi, la meravigliosa Valle del Sorbo prima di affrontare un lungo tratto panoramico che ci porterà fino a Isola Farnese e La Storta.
Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

Roma - 19 km

nature
60 %
culture
40 %
Da La Storta a Roma
Vedi mappa
La giornata inizia ancora una volta con un’ottima colazione: brioche, ma anche crostatine e magari un cucchiaino pieno di Nutella...d’altronde è la nostra ultima tappa e va onorata sin dall’inizio!Ci rimettiamo in cammino con il sorriso, scoprendo tutte le meraviglie che questi ultimi 20 chilometri hanno da offrire: interminabili viali alberati, salite e discese, fino a Monte Mario dove, finalmente, il cupolone appare di colpo davanti ai nostri occhi. Sotto di noi c’è Roma, la città eterna, il nostro traguardo finale. Adesso possiamo permetterci anche di tirare il fiato e di goderci questa vista dopo tutti i nostri chilometri di cammino. Saliamo più in alto alla terrazza panoramica e per un po’ ce ne stiamo lì ad ammirare Roma, magari con una bella birra fresca tra le mani.Ci rimettiamo in marcia e in un batter d’occhio eccoci arrivati: piazza San Pietro segna la fine del nostro cammino, un percorso che ripercorreremo durante la cena di arrivederci, per rivivere insieme, chilometro dopo chilometro, tutte le emozioni vissute in questi giorni di cammino.
Cena di arrivederci inclusa nella quota viaggio. Eventuali trasporti pubblici o privati inclusi in cassa comune. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Roma

Check-out e saluti
Ci vediamo tutti prestissimo per un nuovo WeRoad!
Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa