🔥 USA aperti al turismo da novembre. 🔥

Itinerario - Polonia: tra Varsavia e Cracovia

giorno 1

Varsavia

culture
100 %
Benvenuti in Polonia!
Vedi mappa
I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta.Check-in in hotel a Varsavia. Siamo nella capitale della Polonia, che prima della Seconda Guerra Mondiale era chiamata “la Parigi del Nord” per la sua estrema eleganza e bellezza. Non è rimasta illesa dalla guerra ma il centro storico è stato ricostruito com'era al tempo: iniziamo a esplorare la città proprio passeggiando tra i vicoli della Città Vecchia, scoprendo piazzette nascoste sulle quali si affacciano i tipici palazzi dalle facciate colorate. Troviamo un posticino dove cenare e conoscerci meglio: domani parte il viaggio vero e proprio!
giorno 2

Breslavia

nature
50 %
culture
50 %
On the road verso Breslavia
Vedi mappa
Salutiamo già la capitale polacca e ci mettiamo in marcia: ritiriamo le nostre auto a noleggio e finalmente inizia il nostro viaggio on the road. Questa mattina macineremo circa 350 km in 3 ore e mezza, quindi mettiamoci comodi e godiamoci il panorama fuori dal finestrino. Verso orario di pranzo arriviamo a Breslavia e affamati cerchiamo un locale dove mettere qualcosa sotto i denti - le cose buone qui di certo non mancano. Posiamo poi gli zaini in struttura e iniziamo a scoprire la città facendo due passi nel centro città: anche qui troviamo edifici dalle facciate colorate, che sicuramente servono a scaldare i freddi e rigidi inverni. Dalla piazza del Mercato, cuore di Breslavia, ci perdiamo tra le vie della Città Vecchia, anche questa ricostruita fedelmente dopo i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale. Non ci perdiamo Municipio e Cattedrale e poi assistiamo all'accensione delle lampade a gas mentre si fa buio, che aiutano a rendere l’atmosfera in qualche modo magica. Ciliegina sulla torta, la cena di benvenuto a base di prelibatezze polacche.
Noleggio auto e cena di benvenuto inclusi nella quota viaggio. Benzina e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Breslavia

history
50 %
culture
50 %
Al castello di Książ
Vedi mappa
Il nostro secondo giorno a Breslavia lo trascorriamo fuori città: facciamo una gita in giornata per visitare il Castello di Książ, una piccola chicca immersa nel verde. Ci troviamo infatti all'interno di un’area protetta, la Książański Park Krajobrazowy, parte del voivodato della Bassa Slesia. Arriviamo al castello, che venne costruito tra il 1288 e il 1292 durante il regno di Bolko il Severo e che vide la dominazioni di diverse famiglie nobiliari. L’aspetto di questo maniero è davvero maestoso e quasi minaccioso, gli interni però ci lasceranno senza fiato con stanze riccamente decorate.
Ancora Breslava
Vedi mappa
Possiamo fermarci qui anche per il pranzo e poi fare due passi nei giardini o esplorare il parco che circonda il castello. Rientriamo poi a Breslavia, dove possiamo visitare una delle attrazioni più interessanti della città, il Panorama di Raclawice. Quest’opera d’arte non ha praticamente equivalenti nel resto del mondo: è un diorama che rappresenta una battaglia del 1794 tra l’esercito polacco e quello russo. La cosa stupefacente è che quest’opera è enorme: lunga 114 metri e alta 15, dà l’impressione di trovarsi proprio nel cuore della battaglia. In serata cerchiamo invece un po’ di pace in un locale dove assaggiare magari i pierogi, dei ravioli ripieni tipici della Polonia.
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

Auschwitz-Birkenau

history
100 %
Arriviamo a Auschwitz
Vedi mappa
Questa quarta giornata in Polonia sarà intensa e ricca di emozioni: salutiamo Breslavia e ci mettiamo di nuovo on the road fino a raggiungere Cracovia, in circa due ore e mezza. Il tempo di fare il check-in in hotel e ci rimettiamo di nuovo al volante per raggiungere un luogo simbolo della storia mondiale del ‘900. Arriviamo a Auschwitz-Birkenau, il campo di concentramento nazista che oggi è un museo e un memoriale. Quello di Auschwitz fu il più grande tra tutti i campi di concentramento nazisti e più di 1 milione di persone persero la loro vita qui. Sicuramente l’impatto con questo luogo sarà forte fin dal primo momento, quando potremo vedere con i nostri occhi la famosa scritta “Arbeit macht frei” - il lavoro rende liberi - all'ingresso del campo.
Emozioni intense
Vedi mappa
Prendiamo parte ad un tour guidato del campo di Auschwitz, il modo migliore per comprendere come funzionava e poter comprendere quello che successe qui dal 1939, quando la Germania invase e occupò la Polonia, al 1945, quando la guerra finì. Proseguiamo poi con la visita del campo di Birkenau, attivo tra il 1941 e il 1945, anche se ad oggi è rimasto poco o niente del campo originale perché i tedeschi lo smantellarono e distrussero prima dello sconfitta nel tentativo di cancellare i loro crimini. Verso fine giornata rientriamo a Cracovia con i cuori un po’ più pesanti del solito: avere la possibilità di vedere con i propri occhi certi posti è al tempo stesso un privilegio e un fardello, ma il fatto di averlo condiviso tra di noi non ci farà mai dimenticare questa giornata.
Noleggio auto e visita guidata ad Auschwitz-Birkenau inclusi nella quota viaggio. Benzina e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

Cracovia

nature
50 %
culture
50 %
Miniere di sale
Dopo la giornata intensa di ieri, oggi dedichiamo il nostro tempo a qualcosa di più soft. In mattinata raggiungiamo la miniera di sale di Wieliczka, un luogo spettacolare che raggiunge ben 327 metri di profondità. Per secoli ha fornito sale e ricchezze a tutta la Polonia e, una volta terminate le estrazioni, è diventato uno dei luoghi più visitati dell’area metropolitana di Cracovia. All'interno possiamo passeggiare tra quasi 300 chilometri di gallerie decorate con bassorilievi, laghetti e sculture di sale. Il vero e proprio highlight qui è la Cattedrale di Sale, una chiesa di dimensioni reali dedicata alla Beata Kinga, patrona dei minatori polacchi.
Tra le strade di Cracovia
Per pranzo rientriamo in città e mangiamo qualcosa in centro - magari assaggiamo la zurek, una zuppa tipica servita solitamente con uova e salsiccia. Nel pomeriggio abbiamo tempo per esplorare Cracovia: la Città Vecchia è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO - e non ce ne stupiamo visto la sua immensa bellezza. Da visitare ci sono anche alcuni quartieri, come quello di Debniki, dove visse papa Wojtyla, e Nuova Huta, dove si possono ammirare edifici dell’epoca socialista. Questa sera non ci facciamo mancare un’uscita dopo cena per vivere la vita notturna della città - che non ci lascia di certo a bocca asciutta.
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

Varsavia

culture
80 %
party
20 %
Torniamo a Varsavia
Vedi mappa
Ultima mattinata a Cracovia e poi si riparte per rientrare alla base. Il transfer di questa mattina è abbastanza lungo, quasi 4 ore contando le pause obbligatorie, quindi abbiamo tutto il tempo per riposarci o goderci il panorama polacco. Arriviamo a Varsavia verso ora di pranzo - dopo un viaggio così lungo sedersi a tavola e mangiare sarà una gioia. Visto che abbiamo tutta la giornata di domani per visitare la capitale della Polonia, oggi pomeriggio siamo liberi di scegliere un’attività tra le tante che questa città ha da offrire. La più trash è senza dubbio il tour alternativo in un pulmino dei pompieri comunista - ma noi amiamo il trash e quindi l’opzione è più che papabile. Altrimenti possiamo prendere una lezione di cucina o, restando a tema cibo, fare un tour culinario della città. Lo ribadiamo però: il camion dei pompieri è entrato nei nostri cuori e non crediamo ne uscirà facilmente.
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Varsavia

culture
80 %
party
20 %
A spasso per Varsavia
Buongiorno Varsavia! Questa mattina visitiamo la Città Vecchia, Stare Miasto, distrutta dai bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale e completamente ricostruita. Un lavoro talmente ben fatto - gli edifici sono stati riprodotti così com'erano - che l’UNESCO l’ha inserita nell'elenco dei patrimoni dell’umanità. Da Piazza del Mercato ci perdiamo tra le stradine e i vicoletti fino ad arrivare a Piazza del Castello, il punto d’incontro tra la Città Vecchia e quella nuova - ormai siamo abituati agli edifici dalle facciate colorate e dal clima che si respira nelle città polacche. Lo respiriamo per un’ultima volta anche nel pomeriggio, quando abbiamo del tempo libero per visitare alcuni quartieri famosi, come il Ghetto Ebraico. Questa sera chiudiamo in bellezza con la cena di arrivederci, durante la quale possiamo rivivere il viaggio che abbiamo condiviso e salutarci come si deve.
Noleggio auto e cena di arrivederci inclusi nella quota viaggio. Benzina e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 8

Varsavia

Check-out e saluti
Il nostro viaggio in Polonia finisce qua: ci salutiamo con la promessa di vederci presto per un altro WeRoad.
Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa