Fino a €200 di sconto su viaggi fino a marzo 2023, prenotando entro il 30 settembre.

Itinerario - Islanda Adventure: in tenda nell'isola del ghiaccio e del fuoco

giorno 1

Benvenuti in Islanda

culture
100 %
Il nostro viaggio parte a Reykjavik

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da dove partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci. Questo per darti la massima libertà di scelta!

Check-in in hotel a Reykjavik, ecco qui come funziona il ritrovo! Quale modo migliore per cominciare a conoscerci se non davanti alle specialità culinarie islandesi in un bell'ambiente con vista sul mare? La nostra cena di benvenuto sarà a base di pesce, che qui è ottimo, soprattutto se accompagnato da una buona birra locale. Brindiamo all’inizio della nostra avventura!

Noleggio auto e cena di benvenuto inclusa nella quota viaggio. Benzina ed ingressi inclusi nella cassa comune.
giorno 2

Dal Circolo d'Oro all'isola di Vestmannaeyjar: parte l'avventura

relax
50 %
culture
50 %
Alla ricerca dei geyser!

In Islanda ci dovremo abituare a vedere ogni giorno qualcosa di completamente diverso dal giorno precedente - questa è una terra dalle mille sorprese, e ci basterà allontanarci dalla capitale per accorgercene. Dopo aver ritirato le nostre auto a noleggio, iniziamo la giornata percorrendo il Circolo d'Oro, e per prima cosa incontriamo uno dei fenomeni naturali per cui è famosa l'Islanda - il nome già spiega cosa stiamo per ammirare: la parola "geyser" in islandese significa “emettere a fiotti” ed è proprio quello che vedremo… acqua bollente “sparata” a decine di metri d’altezza a ritmi costanti. Prossimo stop? Gullfoss, una cascata immensa, la prima di tante che vedremo in questi giorni!

Avventura sul vulcano

Nel pomeriggio raggiungiamo in traghetto l'isola di Vestmannaeyjar: proprio qui, solo 40 anni fa, ci fu un'eruzione che costrinse gli abitanti a lasciare l'isola e le proprie case. Oggi la vita è tornata alla normalità, ma è ancora possibile vedere le conseguenze di quell'evento catastrofico! Esploriamo l'isola partendo proprio dal vulcano: ci aspetta un'oretta di trekking per poter ammirare dall'alto i colori di quest'isola. Si passa dal rosso e nero della terra vulcanica al verde dei prati che si perde nell'azzurro del mare e del cielo. Un'alternativa più rilassante potrebbe essere una passeggiata lungo le alte scogliere della costa, famose per ospitare, in alcuni periodi dell'anno, numerose specie di uccelli marini, il più fotografato dei quali è sicuramente la pulcinella di mare. Questa notte location da favola: montiamo le tende nei pressi di un gigantesco cratere! 

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina, traghetto per l'isola ed ingressi inclusi nella cassa comune. Altri pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Skogar, alla scoperta delle cascate: meglio Seljalandsfoss o Skogafoss?

nature
100 %
Le più belle cascate d'Islanda

Finiamo di goderci l'isola durante la mattinata e nel primo pomeriggio ci spostiamo di nuovo sulla terraferma. La nostra prima tappa è la cascata di Seljalandsfoss. Siete mai stati dietro ad una cascata? Qui è possibile farlo, grazie ad una grotta che si apre dietro al maestoso getto d'acqua. Prepariamo il k-way perché non ne usciremo asciutti! 

Dopo esserci asciugati proseguiamo verso la seconda cascata della giornata. Per noi di WeRoad è la più maestosa ed impressionante, vista dal vivo, ma starà a voi decidere se conferirle questo titolo: stiamo ovviamente parlando di Skogafoss! E dopo cena... si esce! Chi di noi avrà il coraggio di uscire a cercare una piscina di acqua calda in mezzo alle montagne?

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina, traghetto dall'isola ed ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

La spiaggia nera di Reynisfjara e la laguna glaciale di Jokulsarlon

nature
100 %
La spiaggia nera

Buongiorno Islanda! Siamo prontissimi per iniziare questo quarto giorno di viaggio: questa mattina saliamo sul punto panoramico di Dyrholaey, un altopiano roccioso con un enorme arco in pietra che sorge non lontano dalla costa - da dove saremo noi, lo potremo ammirare in tutta la sua bellezza! Poi scendiamo per una passeggiata a piedi nudi (per i più coraggiosi!) sulla spiaggia di sabbia nera di Reynisfjara: sarà un’esperienza quasi ultraterrena camminare in questa impressionante superficie oscura, che sembra quasi inghiottire i suoi ospiti. Qui gli unici suoni che si sentono sono il rumore del vento, che soffia sempre fortissimo, e delle onde che rabbiose si infrangono a riva.

La laguna di Jokulsarlon

Arriviamo infine in questa laguna glaciale, dove il più grande ghiacciaio d’Europa, il Vatnajokull, scende dalle montagne e arriva quasi fino alla costa. Vedere questo colosso di ghiaccio è un'emozione che si prova poche volte nella vita , e sarà ancora più forte se avremo la fortuna di assistere alla creazione di uno degli iceberg che galleggiano nella baia - come succede? Enormi blocchi di ghiaccio si staccano dalla parete del ghiacciaio, e poi restano nella laguna creando un paesaggio surreale. Qui, se il meteo sarà clemente, ci sarà la possibilità di partecipare a delle escursioni a bordo di un mezzo anfibio: si partirà sulla terra ferma per poi entrare in acqua, arrivare al largo e abbordare un iceberg, per raccoglierne un pezzo e… assaggiarlo! Una volta raggiunto Hofn, montiamo le nostre tende e possiamo scegliere se assaggiare una buonissima zuppa in uno dei ristoranti locali o cucinare qualcosa insieme in campeggio.

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina inclusa nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti. Escursione sul mezzo anfibio a carico dei singoli partecipanti, previa disponibilità (l'escursione potrebbe non essere disponibile/effettuabile per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad, es: condizioni climatiche avverse, sold out, ecc.).
giorno 5

Fiordi dell'Est e relax nelle piscine di acqua termale di Egilsstaðir

nature
60 %
relax
40 %
I fiordi dell'est

Salutato il ghiacciaio, in appena 170 km siamo già immersi in un paesaggio completamente diverso: i fiordi dell’est, famosi perché nelle loro spiagge d’estate ci sono migliaia e migliaia di pulcinelle di mare, degli uccelli che ricordano un mix tra il corpo di un pinguino e il becco di un Tucano. Qui è possibile scendere a Seydisfjordur, dove possiamo esplorare i dintorni facendo un giro in mountain bike o attraversando il fiordo in kayak.


Egilsstaðir

Nel pomeriggio raggiungiamo quella che è considerata l’unica cittadina dell’est dell’Islanda - basti pensare che ha solo 2.000 abitanti! Avremo un po’ di tempo libero e relax - ormai l'abbiamo capito: gli islandesi amano le terme, e arrivati a questo punto del viaggio, pure a noi non dispiacciono affatto! Quindi... cerchiamo una piscina termale tutta per noi? Montiamo poi le tende per la notte - siamo letteralmente nel bel mezzo del nulla, quindi il cielo (se non è coperto da nuvole) sarà di quelli che ti tengono con il naso all’insù per ore!

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina e accesso alle piscine di acqua termale inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

Alla scoperta della natura: la cascata di Dettifoss e trekking ad Ásbyrgi Canyon

nature
100 %
Sua maestà Dettifoss

È la regina delle cascate d’Europa: Dettifoss! La più potente in assoluto del continente, con picchi in estate di 1,5 milioni di litri di acqua al secondo. L’acqua fa un salto di 44 metri generando degli schizzi visibili già da 1 km di distanza, e ci si può arrivare davvero vicino, in totale sicurezza e senza nessuna struttura artificiale. Di nuovo, come a Gullfoss, ci saremo solo noi e la potenza della natura.


Antiche leggende

Pomeriggio di trekking in un canyon con pareti alte fino 100 metri, completamente ricoperte da una vegetazione lussureggiante che ospita la nidificazione del gabbiano fulmar - non siamo certi che riusciremo a vederlo, ma l'informazione ci sembrava di quelle giuste da dare. La leggenda narra di come gli dei, gettati tra le acque di Godafoss - ma tuttavia per niente offesi per l'affronto subito - si siano rifugiati ad Ásbyrgi, il cui nome significa “rifugio degli dei”. Da qui, essi continuerebbero a vegliare sul Paese.

Oggi non abbiamo paura di attardarci, potremo montare le tende proprio alla base del canyon e  ammirare lo spettacolo del sole di mezzanotte da qui sarà ancora più incredibile.

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina inclusa nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Avvistiamo le balene a Hùsavìk e ci godiamo la cascata degli dei, Godafoss

nature
100 %
Alla ricerca delle balene

Oggi ci svegliamo a Hùsavìk, cittadina famosa per essere il principale porto da cui partire per ammirare le balene. Le società che organizzano le escursioni ovviamente non garantiscono l’avvistamento, ma sono talmente frequenti che la città viene considerata la capitale mondiale del whale watching. Hùsavìk ha anche un interessante museo di storia naturale, dove si può ammirare un orso bianco imbalsamato e vari scheletri, ottimamente conservati, di molte specie di mammiferi.


Myvatn

Di nuovo il miracolo islandese:  appena un’ora di macchina dal porto di Hùsavìk e dalle sue balene, e attorno a noi ricomparirà un paesaggio quasi post nucleare, in direzione del lago di Myvatn: crateri, pozze di acqua fumanti, fango che ribolle, terriccio sulfureo… chissà come sarebbe sopravvivere in un ambiente come questo? Non ci teniamo a scoprirlo.


L'ultima cascata

Chiamata la cascata degli dei, Godafoss sarà l’ultima grande cascata che vedremo in Islanda. A differenza delle altre tre questa è meno potente, ma non per questo meno spettacolare: grazie alla forma circolare, a ferro di cavallo, sembra abbracciarti mentre la ammiri. Anche qui la natura fa da padrona incontrastata al paesaggio, che è completamente privo di qualunque edificio umano. Ci accampiamo vicino alla città di Akureyri: approfittiamo dei supermercati vicini per goderci un bel barbecue in campeggio.

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina inclusa nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti. Escursione whale watching a carico dei singoli partecipanti, previa disponibilità (l'escursione potrebbe non essere disponibile o effettuabile per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad, es: condizioni climatiche avverse, sold out, ecc.).
giorno 8

In viaggio tra case di torba e pozze di acqua calda fino a Hvammstangi

nature
60 %
relax
40 %
Nel nulla islandese

Ci svegliamo di buon’ora e ci mettiamo in viaggio per arrivare alla penisola di Snæfellsnes. Poiché le ore di macchina saranno tante, faremo qualche sosta: impossibile non fermarsi ad ammirare le storiche case di torba (un deposito di resti vegetali e organici decomposti, che in passato si usava per fare mattoni), tipiche abitazioni islandesi che sembrano uscite da una favola Disney, e che all'interno conservano ancora oggetti appartenuti al passato.


Relax e tramonto

Arriviamo nella penisola di Snæfellsnes e abbiamo tutto il tempo per goderci questo magnifico luogo, probabilmente tra i più famosi di tutta l’Islanda. Qui troviamo Kirkjufell, definito il miglior spot fotografico di tutta l’Islanda. Cosa fare una volta arrivati quindi: prendiamo macchine fotografiche e cellulari e cerchiamo l’angolo migliore da dove scattare! Dopo aver riempito la memoria di scatti, montiamo le nostre tende e ci prepariamo a trascorrere la notte qui - per i veri fotografi, domattina sveglia all’alba per altre foto mozzafiato di Kirkjufell nel suo momento migliore!

Noleggio auto e tenda incluso nella quota viaggio (sacco a pelo e materassino non inclusi). Benzina inclusa nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 9

Relax al Blue Lagoon e Reykjavik

relax
40 %
culture
30 %
party
30 %
Laguna blu

Per chi vorrà, questa mattina avremo tempo per andare a rilassarci nelle famosissime acque termali di Blue Lagoon, immersi in un paesaggio lunare. È davvero stupefacente stare in ammollo in questo specchio d’acqua caldissimo, circondati da piccole alture laviche nere. Godiamoci questa oasi di relax assoluto come premio per tutti i chilometri percorsi durante questo viaggio! Abbiamo poi del tempo libero per fare shopping (ci sono tanti mercatini dell’usato, il più famoso è quello di Kolaportid), visitare i musei o semplicemente godersi il centro della capitale islandese.

Nell'effervescenza della capitale

Questa sera faremo la nostra cena di arrivederci e, dopo mangiato, lasciarci avvolgere dall’atmosfera vivace, giovane e modaiola di questa città. La vita notturna a Reykjavik solitamente non termina prima della tarda mattinata del giorno dopo, e ogni sera c’è l’imbarazzo della scelta tra i tanti locali con concerti di musica dal vivo o spettacoli stravaganti. Questa è la nostra ultima notte islandese: rendiamola indimenticabile!

Noleggio auto e cena di arrivederci inclusi nella quota viaggio. Benzina inclusa nella cassa comune. Ingresso alle terme di Blue Lagoon a carico di ciascun partecipante che è libero di scegliere il biglietto e l’eventuale trattamento benessere che preferisce. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 10

Arrivederci Islanda

Check-out e saluti a Reykjavik

Ci salutiamo, e alla prossima avventura WeRoad! L’Islanda è un Paese che non assomiglia a nessun altro posto nel mondo e quello che ci porteremo dentro non lo potremo descrivere a chi non lo ha visto e vissuto insieme a noi.

Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad.
Vedi mappa