Zero idee per Capodanno?

Itinerario - Lanzarote 360°: l'isola più selvaggia delle Canarie

giorno 1

Benvenuti a Lanzarote!

culture
100 %
Check in
Vedi mappa
I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta.Check-in in struttura e meeting di benvenuto. Ci troviamo nella zona centrale dell’isola, così domani potremo far partire come si deve la nostra avventura. Intanto però cominciamo a prendere confidenza con Lanzarote e lo facciamo assaggiando i piatti locali - siamo su un’isola, quindi inutile dirlo: il buon pesce non manca! Lo accompagniamo con le papas arrugadas con il mojo - patate rugose con una salsina tipica. Abbiamo già fame, voi?
Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 2

Teguise, cactus e grotte sotterranee

nature
70 %
relax
30 %
party
20 %
L'antica capitale
Vedi mappa
La nostra avventura a Lanzarote ha finalmente inizio: questa mattina ritiriamo le nostre auto a noleggio e partiamo alla volta di Teguise, che fu capitale dell’isola dal XV al XIX secolo. Passeggiamo tra le sue strade e tra i suoi edifici antichi e ristrutturati, e all'improvviso avremo la sensazione di trovarci in un luogo sospeso a metà strada tra il Messico e la Grecia. Se siamo qui di domenica potremo anche fare due passi tra le bancarelle del mercato locale e assaggiare alcuni dei prodotti della zona, come la marmellata di cactus.
Tra i cactus
Vedi mappa
Parlando di cactus: il nostro prossimo stop riguarda proprio loro! Raggiungiamo infatti al Jardin de Cactus, un giardino dove possiamo ammirare migliaia di cactus che provengono da tutto il mondo. Siamo nell’area vulcanica di Guatica, nel municipio di Teguise, dove oltre ai diversi esemplari di cactus c’è pure un mulino a vento - ma siamo in Spagna o in Grecia? Con tutto questo passeggiare avremo sicuramente fame: per pranzo ci spostiamo ad Arrieta, dove mangiamo qualcosa al volo in un chiringuito sulla spiaggia.
Tra caverne e gallerie
Vedi mappa
Il nostro primo giorno on the road prosegue con la Cueva de los Verdes, una grotta anticamente usata come riparo durante gli attacchi dei pirati. Il gioco di luci e colori è incredibile, così come il sistema di gallerie, creatosi dopo l’eruzione di un vulcano, avvenuta circa 3.000 anni fa. Una galleria è talmente grande che viene addirittura usata come auditorium! Proseguiamo poi fino a Haria, uno dei villaggi più belli dell’isola, chiamata anche “valle delle mille palme” - non serve spiegare il perché, giusto? Concludiamo in bellezza questo primo giorno a Lanzarote con la cena di benvenuto - mangeremo di nuovo le patate rugose, questo è certo!
Cena di benvenuto e noleggio auto inclusi nella quota viaggio. Benzina e parcheggi inclusi nella cassa comune. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Tra i vulcani di Timanfaya e trekking alla Caldera Blanca

nature
80 %
relax
20 %
Siamo su Marte?
Vedi mappa
Entriamo nel vivo del nostro viaggio e anche nel “vivo” di Lanzarote: siamo su un’isola vulcanica, quindi oggi andiamo alle Montagne del Fuoco! Raggiungiamo infatti il Parco Nazionale di Timanfaya (Montaña del Fuego), dove ci sono più di 100 vulcani, alcuni dei quali piuttosto giovani, visto che le ultime eruzioni registrate risalgono al 1824. Per questioni di sicurezza, il parco si può esplorare solo su un bus - ma di certo non ci lamentiamo, anzi: siamo più che felici di ammirare questo luogo da un finestrino, e ci sentiremo un po’ come Matt Damon che deve attraversare mezza Marte a bordo del suo rover in “The Martian” - con l’unica differenza che noi non saremo lanciati in orbita. Per fortuna, aggiungiamo.
Trekking sulla Luna!
Vedi mappa
Il pranzo di oggi è al sacco e poi… pronti per un trekking? Questa mattina non siamo potuti scendere dal bus, ma a Timanfaya c’è un luogo dove è possibile arrivare a piedi: è la Caldera Blanca, il più grande cratere dell’isola, con un diametro di 1.200 metri. Quindi gambe in spalla: si cammina! Il panorama varrà tutta la fatica? Siamo sicuri di sì! E come si conclude alla grande ogni camminata? Ovviamente con un buon aperitivo - ce lo siamo guadagnato! Raggiungiamo Bodega La Geria, una cantina dove potremo assaggiare il vino locale - in questo caso, il Malvasía Vulcanica. Brindiamo a noi!
pt mappa
Vedi mappa
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina ed eventuali parcheggi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

Sulla tavola da surf: La Santa, Caleta Caballo e Famara

nature
70 %
relax
30 %
Prendiamo confidenza con la tavola!
Vedi mappa
Lanzarote è famosa per i vulcani, certo, ma anche per gli sport acquatici, primo tra tutti il surf! Visto che ieri ci siamo dedicati alla terra, oggi è la volta dell’acqua: indossiamo il costume e la muta (l’acqua dell’oceano sarà anche invitante, ma per nulla calda!) e passiamo per La Santa e Caleta Caballo, dove possiamo iniziare a cimentarci con la tavola da surf - se è la vostra prima volta, tranquilli! Possiamo fare un corso e imparare le basi per poi provare a domare le onde. Ovviamente il primo che riesce a stare in piedi paga da bere per tutti!
La spiaggia più amata dai surfisti
Vedi mappa
Dopo un buon pranzo - a base di pesce, ovviamente - raggiungiamo la spiaggia di Famara, che nel corso degli anni è diventata un vero e proprio paradiso dei surfisti. Questo è il posto perfetto per gli amanti del kitesurf, visto che questa spiaggia è meno protetta dal vento, o per i surfisti che amano sfidare onde un po’ più “impegnative”. Anche qui non mancano le scuole per imparare a surfare, quindi possiamo proseguire le nostre lezioni anche qui. Come concludere al meglio questa giornata? Con un bel tramonto, ovviamente: il posto giusto dove andare è il Mirador del Rio, che ha un panorama incredibile sull’isola La Graciosa. Incrociamo le dita e speriamo che il vento non porti troppe nuvole: vogliamo goderci lo spettacolo!
pt
Vedi mappa
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina ed eventuali parcheggi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

La Graciosa, l'isola car-free a nord di Lanzarote

nature
80 %
relax
20 %
Raggiungiamo La Graciosa
Vedi mappa
Ieri sera l’abbiamo vista da lontano, oggi dedichiamo tutta la giornata a lei: stiamo parlando de La Graciosa, la piccola isola che si trova a nord di Lanzarote, che dal 2018 è diventata a tutti gli effetti l’ottava dell’arcipelago. Qui vivono poco più di 650 persone e non ci sono strade asfaltate - di fatto, non ci sono nemmeno auto: gli unici mezzi di trasporto sono la bicicletta o… comodissime jeep 4x4! Abbiamo l’intera giornata a disposizione che scoprire le spiagge più belle de La Graciosa: partiamo da Caleta del Sebo, la cittadina dove si arriva con il traghetto, e poi decidiamo insieme che piega far prendere alle prossime ore!
4x4=16
Pronti a scoprire ogni angolo di quest'isola? Con le nostre 4x4 raggiungeremo Playa Francesa, che con la sua sabbia bianca e il fatto che sia riparata dal vento, potrebbe essere il luogo perfetto dove trascorrere la giornata, lavorando sull’abbronzatura. Ma ci spingeremo anche verso spiagge più remote, come Playa de la Conchas - anche solo il percorso per arrivare fino a qui, che passa attraverso due vulcani, è decisamente incredibile. Dopo una giornata di scoperte, torniamo al porto per prendere l’ultimo traghetto che ci riporta a Lanzarote, pronti per i prossimi giorni di viaggio.
pt ma
Vedi mappa
Noleggio auto, traghetto a/r da Lanzarote a la Graciosa ed escursione a La Graciosa con jeep 4x4 inclusi nella quota viaggio. Benzina ed eventuali parcheggi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

Free time e piscine naturali di Charcones

nature
50 %
relax
50 %
Mattinata libera
Vedi mappa
La mattinata di oggi è libera: ognuno di noi può decidere come impiegare al meglio questo tempo disponibile - volendo, anche rimanendo a letto un po’ più a lungo del solito! La nostra proposta però è di quelle da tenere in considerazione: l’opzione è quella di andare al Museo Atlantico, costituito da una serie di sculture subacquee che si trovano a 12 metri di profondità. Ovviamente non possiamo scendere “in fondo al mar” per i fatti nostri: se questa escursione ci ispira, dovremo affidarci ad alcuni centri autorizzati, che ci forniranno anche l’attrezzatura necessaria per effettuare l’immersione. Ne vale la pena? Secondo noi sì! Purtroppo in questo periodo "covidiano" il Museo Atlantico è ancora chiuso ma sono siamo speranzosi possa riaprire presto e, in alternativa, possiamo sempre noleggiare dei quad e respirare un pò di polvere vulcanica o rilassarci in una delle tante spiagge dell'isola :-)
Ci rilassiamo in piscina
Vedi mappa
Per il pomeriggio invece dobbiamo fare un rapido check per controllare il livello della marea e, in caso sia quello ottimale, raggiungiamo le piscine naturali di Los Charcones. Inutile spiegare cosa siamo venuti a fare qui, basta solo sapere che dovremo indossare il costume e potremo goderci questo piccolo paradiso in tutta tranquillità. Piccolo stop alle saline di Janubio giusti giusti per ammirare un tramonto mozzafiato (sempre sperando che il tempo sia dalla nostra) e poi ceniamo a El Golfo, un piccolo borgo dove mangeremo del buon pesce fresco.
pt
Vedi mappa
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina ed eventuali parcheggi inclusi nella cassa comune. Escursioni facoltative, pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Le spiagge del sud: Playa Papagayo, Playa Mujeres e Playa Blanca

nature
20 %
relax
60 %
party
20 %
Una giornata in spiaggia
Vedi mappa
Siamo arrivati all’ultimo giorno di viaggio - sembra incredibile, ma è così. Come sfruttare al meglio le nostre ultime ore sull’isola? Abbiamo fatto un po’ di tutto, quindi ci siamo meritati un po’ di relax: oggi esploriamo le spiagge del sud, quindi dividiamo la giornata tra Playa Papagayo, considerata la più bella di tutta Lanzarote, Playa Mujeres e Playa Blanca. Possiamo semplicemente arrivare in spiaggia, trovare l’angolino perfetto per noi, stendere i nostri teli mare e goderci il sole - in fin dei conti, siamo venuti qui anche per lavorare sulla tintarella? Concludiamo la giornata - e il nostro viaggio - con la cena di arrivederci: sarà il momento giusto per ripercorrere la nostra avventura e brindare alla prossima!
Noleggio auto e cena di arrivederci inclusi nella quota viaggio. Benzina ed eventuali parcheggi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 8

Arrivederci Lanzarote!

Check out e saluti
Vedi mappa
Tempo di saluti: ci vediamo al prossimo WeRoad!
Vedi mappa