Partenze per la Tanzania scontate per 48 ore!

Itinerario - Mongolia Expedition: a cavallo sulle tracce di Gengis Khan, tra la valle dell’Orkhon e il deserto del Gobi

A partire da
3.490 €
Itinerario
giorno 1

Benvenuti in Mongolia

culture
100 %
Ulan Bator

La nostra avventura inizia dalla capitale, Ulan Bator. Dopo le formalità di ingresso, siamo pronti per immergerci nella cultura mongola.

Ci troviamo al nostro hotel a Ulan Bator, ecco qui come funziona il ritrovo! Dopo un breve giro della città, iniziamo a farci un’idea più precisa delle tradizioni mongole assistendo a uno spettacolo unico: danze, contorsionisti e il caratteristico canto difonico!

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta!

giorno 2

Karakorum, l’antica capitale

nature
20 %
history
40 %
culture
40 %
La porta dell’Orkhon

Salutiamo Ulan Bator e facciamo rotta per Karakorum, l’antica capitale dell’impero. Dopo aver ammirato le rovine di quello che fu il centro del più grande impero della storia, facciamo visita all’impressionante complesso architettonico del monastero buddista di Erdene Zuu. 

Alla sera cominciamo a inserirci nello stile di vita mongolo: saremo alloggiati in una yurta confortevole. Ricarichiamo le batterie in vista di domani: sta per cominciare l’avventura.

Incluso nella quota: Pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 3

In sella!

nature
100 %
La verde valle dell’Orkhon

Iniziamo il nostro viaggio di 5 giorni a cavallo a fianco del fiume Orkhon, che corre lungo tutta questa vallata, famosa per la sua bellezza e per i nomadi che qui stabiliscono i propri accampamenti estivi. Ci sposteremo da una yurta all’altra, con il supporto logistico di un veicolo che trasporterà i nostri bagagli. Ogni notte saremo ospiti di una famiglia di allevatori nomadi.

Il primo giorno arriveremo fino al villaggio di Khujirt, noto per le sue fonti calde dalle proprietà terapeutiche.

Incluso nella quota: Escursione a cavallo, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 4

La terra dei nomadi

culture
100 %
Nel cuore della valle dell’Orkhon

Proseguiamo il nostro itinerario attraverso la steppa. La natura qui è regina incontrastata: attorno a noi vediamo pascolare liberi yak, pecore, capre e cavalli. A mano a mano che proseguiamo, la Mongolia più selvaggia si svela lentamente ai nostri occhi stupefatti.

Incluso nella quota: Escursione a cavallo, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 5

La Valle ai nostri piedi

history
20 %
culture
80 %
Un luogo imprendibile

Mentre percorriamo la steppa, il paesaggio intorno a noi cambia: gli alberi si infittiscono e ci ritroviamo nel cuore di una foresta, che si arrampica su per il pendio della montagna. Mentre conduciamo i nostri cavalli lungo il sentiero in salita, improvvisamente il panorama si apre: in una posizione di dominio panoramico su tutta la valle sottostante, siamo arrivati al bellissimo monastero di Tovkhon. 

Mentre i nostri cavalli pascolano tranquilli, ammiriamo lo spettacolo del paesaggio mongolo e accettiamo il pranzo offertoci dai monaci del monastero.

Incluso nella quota: Escursione a cavallo, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 6

Alla scoperta della vita nomade

nature
100 %
culture
100 %
L’accampamento

Proseguiamo la nostra cavalcata attraverso i colori accesi della Valle. Mentre noi umani ci guardiamo intorno affascinati, il passo sicuro dei nostri cavalli segue il corso del fiume Orkhon fino al nostro accampamento: è giunto il momento di imparare qualcosa di più della vita nomade. Una volta arrivati diamo una mano alla famiglia che ci ospita nelle sue attività quotidiane, come prendersi cura degli animali o produrre latte e formaggi. Se ne avete voglia, non rifiutate ai bambini il piacere di battervi a uno dei loro giochi tradizionali.

Incluso nella quota: Escursione a cavallo, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 7

Un’ultima cavalcata

nature
100 %
Cascate antiche

Oggi è l’ultimo giorno in compagnia del nostro cavallo. Mentre avanziamo attraverso un paesaggio selvaggio di cui ormai iniziamo a sentirci parte integrante, ecco aprirsi il salto delle cascate di Ulan Tsutgalaan. Insieme ai nostri cavallini, tratteniamo il respiro di fronte a uno spettacolo della natura originato da un’eruzione di 20.000 anni fa. 

Alla sera, ci riposiamo dal nostro lungo viaggio approfittando ancora una volta della squisita ospitalità mongola: è il momento di una grande grigliata tradizionale nomade. Niente paura: c’è da mangiare in abbondanza per tutti, onnivori e vegetariani.

Incluso nella quota: Escursione a cavallo, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 8

Alle porte del deserto

nature
100 %
Le ultime montagne

Oggi viaggiamo verso il grande deserto del Gobi. Durante il tragitto ammiriamo il paesaggio che muta lentamente forme e colori, fino a raggiungere le montagne di Saikhan Ovoo. A ciascun lato del fiume, vediamo le rovine di due distinti monasteri.

Eppure poco più avanti, al confine tra i pascoli felici dei nomadi e le aride distese desertiche, resiste ancora un piccolo monastero buddista: ci sistemiamo in una yurta alle sue porte, felici di poter contare ancora una volta sull’ospitalità dei monaci buddisti.

Incluso nella quota: Trasporto, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 9

Falesie di fuoco e dinosauri

nature
100 %
C’era una volta, l’Apocalisse

Percorrendo la pista sterrata il paesaggio cambia improvvisamente: ci fermiamo ad ammirare le “falesie di fuoco” di Bayanzag, così chiamate per via del loro colore scarlatto,  che il sole asiatico accende di infinite variazioni cromatiche a seconda dell’ora e delle condizioni atmosferiche. 

Mentre percorriamo questo paesaggio marziano, scopriamo che le sorprese non sono finite: dietro a queste rocce e ai cespugli riarsi dal vento della steppa si trova il “cimitero dei draghi”. Qui infatti già un secolo fa i paleontologi scoprirono i resti dei grandi dinosauri, estinti milioni di anni prima, ma che avevano lasciato in questa terra le proprie ossa fossilizzate e perfino diverse uova.

Arrivati al campo, sentiamo che l’aria è molto diversa da quella dei giorni precedenti: stiamo per entrare nel deserto.

Incluso nella quota: Trasporto, colazione, cena e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 10

Il deserto del Gobi

nature
100 %
Antiche testimonianze e le sabbie di Khongor

Ci alziamo di buona ora e avviamo l’escursione verso il monte Khavtsgait. La camminata è piuttosto sportiva, ma una volta in cima lo scenario è mozzafiato: in lontananza, le dune del deserto; tutto intorno a noi, le pitture rupestri degli antichi cacciatori primitivi, con precise raffigurazioni di cammelli, mufloni e cavalli.

Ancora stupiti da questo luogo sospeso nel tempo, ci dirigiamo in auto verso le dune di Khongor, le più belle della Mongolia. Lo spettacolo è maestoso: estese per oltre 180 km e alte in media 80 m ciascuna, queste dune ci ricordano che questa non è terra d’uomini, ma di cammelli. Noi, testardi, non perderemo comunque l’occasione per provare a scalarne una: lo spettacolo dalla cima ne vale senz’altro la pena. 

Nel deserto è bene fare affidamento su chi lo conosce: passeremo le prossime due notti da un allevatore di cammelli della Battriana, il nobile animale che aiutò Marco Polo nelle sue avventure. 

Incluso nella quota: Trasporto, colazione, cena e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 11

Cammelli nel deserto

nature
100 %
Sulle tracce di Marco Polo

Percorrere il deserto sul proprio cammello è un’esperienza d’altri tempi: mentre attraversiamo il grande deserto del Gobi, ripensiamo alle avventure di Marco Polo e percorriamo con lo sguardo il vasto oceano di dune che ci circonda. 

Con passo sicuro e tranquillo, i nostri cammelli ci guidano attraverso le sabbie fino a una piccola oasi nascosta, dove potremo finalmente riposare. Mentre ci rilassiamo in questo angolo di verde in mezzo al deserto, non dimentichiamo di tendere l’orecchio: il suono della sabbia mossa dal vento è un canto unico, come quello delle onde del mare.

Incluso nella quota: Trasporto a cammello, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 12

Agguato nel canyon

Mura di roccia, avvoltoi e sciamani

Il nostro viaggio si dirige verso Est. Il panorama intorno a noi muta ancora una volta: parcheggiamo la nostra auto e ci incamminiamo lungo un paesaggio di montagna. Ma siamo soli solo in apparenza, perché intorno a noi compaiono di volta in volta marmotte, che incuriosite si affacciano dalle proprie tane, yak e cavalli selvaggi. Il sole a tratti si oscura: anche sopra le nostre teste abbiamo compagnia, con i maestosi avvoltoi della Mongolia che volteggiano alti in cielo, quasi a ricordarci chi davvero comanda su queste montagne.

Arriviamo infine a un complesso di canyon spettacolari. Incastonate a migliaia di metri di altitudine, queste gole si inoltrano nelle profondità delle catene montuose e sono da millenni luoghi considerati sacri dai nomadi locali. Facendo attenzione, potremmo allora scorgere i resti delle ossa usate da uno sciamano per qualche rituale, che con un po’ di fortuna potremmo anche sorprendere sulla via del ritorno.

Incluso nella quota: Trasporto a cammello, pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 13

Giganti di granito

nature
100 %
history
100 %
culture
100 %
Baga Gazriin Chuluu

Il nostro viaggio sta ormai volgendo alla sua conclusione: la nostra auto si avvia in direzione della capitale. Il percorso attraverso le bellezze della Mongolia sarà allora il nostro lungo arrivederci: lungo la strada avremo però il tempo di fermarci ad ammirare i complessi naturali più spettacolari, come i maestosi giganti di granito di Baga Gazriin Chuluu. La leggenda racconta che proprio questa fu a lungo la casa di Gengis Khan, che qui compì alcune delle sue prime imprese.

Incluso nella quota: Trasporto , pasti e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 14

Rientro a Ulan Bator

culture
60 %
relax
40 %
Rientro nella capitale

Lungo la strada salutiamo gli ultimi branchi di cavalli selvaggi, attraversiamo la steppa e giungiamo infine alla grande città. Qui avremo tempo per riposarci dalle fatiche del viaggio, fare un tour cittadino in compagnia della nostra guida o procurarci un po’ di ricordi da portare con noi al rientro in Italia.

Incluso nella quota: Trasporto, colazione, pranzo e pernottamento inclusi.

Non incluso: Tutto quello che non nella sezione "incluso"

giorno 15

Addio Gengis Khan

history
50 %
culture
50 %
Il tempo dei saluti

Con gli zaini e gli animi carichi di ricordi, in mattinata lasciamo il nostro hotel e ci dirigiamo all’aeroporto di Ulan Bator. È giunto il momento di salutarci, ma in fondo non è un addio definitivo. In questo viaggio favoloso abbiamo fatto delle esperienze talmente uniche che resteranno incise nel nostro essere per sempre. Chissà, un giorno è possibile che torneremo a incontrarci nella terra dei Khan.

Fine dei servizi WeRoad

N.B. Il programma del tour può essere soggetto a variazioni, rispetto a quanto pubblicato,

per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni meteo, festività,

Vedi mappa