Partenze per Islanda e Norvegia scontate per 48 ore!

Itinerario - Corea e Giappone Expedition: da Seoul a Tokyo tra ciliegi e templi

giorno 1

Benvenuti in Corea del Sud!

culture
100 %
relax
100 %
Benvenuti in Corea

La nostra avventura inizia nella grande Seoul. Ci immergeremo da subito nelle atmosfere magiche di questa metropoli che ancora conserva intatti templi e palazzi reali di grandi dinastie del passato. Già dall’arrivo vedremo probabilmente strade e stradine piene di ciliegi in fiore

Dopo il meeting in hotel, iniziamo subito a vivere la città con una cena di benvenuto tipica e poi una serata a Itaewon-dong, uno dei quartieri più vivaci e frequentati di sera.

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta! Transfer dall’aeroporto all’hotel a carico dei singoli partecipanti.

Cena di benvenuto inclusa nella quota di viaggio.

giorno 2

Scopriamo Seoul, tra templi e grattacieli

nature
40 %
history
100 %
culture
90 %
relax
20 %
Gyeongbokgung

Il nostro giro della città inizia con il tempio Jogyesa, per poi proseguire subito al palazzo Gyeongbokgung, il più famoso dei palazzi reali della dinastia Joseon, dove proveremo anche a vedere il cambio della guardia. Per vivere l’esperienza in modo ancora più local potremo indossare gli abiti tradizionali, i tipici hanbok, durante tutta la visita! Inutile dire che i selfie si sprecheranno…

Dopo un pranzo rigorosamente a base di street food nel quartiere di Insadong, continuiamo la visita con il palazzo Changgyeonggung, famoso per il suo giardino segreto che proveremo a visitare insieme al resto degli ambienti.

Seoul dall’alto

Al pomeriggio andiamo nel villaggio tradizionale di Namsangol alla scoperta di come doveva essere la vita durante la dinastia Joseon. Qui tutte le case sono state arredate con finiture e arredamenti nello stile dell’epoca. 

Terminata la visita saliamo su una funivia che ci porterà in cima alla Seoul Tower, dalla quale osserveremo tutta la città dall’alto alle luci del tramonto. Sarà uno spettacolo che non dimenticherete!

Ingressi nei siti di interesse inclusi nella cassa comune.

giorno 3

Al confine con la Corea del Nord nella zona Demilitarizzata

nature
40 %
history
80 %
culture
80 %
Visita della DMZ e uno sguardo alla Corea del Nord

Questa mattina ci svegliamo presto per andare nella zona demilitarizzata (DMZ) al confine tra la Corea del Sud e del Nord unendoci a un tour pubblico insieme ad altri viaggiatori. Sarà l’occasione per scoprire una ferita aperta della storia mondiale, capirne meglio le cause e gli effetti che perdurano ancora oggi. 

Grazie a una guida avremo modo di vistare il Ponte della Libertà, usato dai prigionieri di guerra rimpatriati, per poi continuare nel tunnel di infiltrazione sotterraneo, scavato nella roccia, che corre sotto la zona demilitarizzata.

Grazie a dei telescopi avremo anche modo di guardare oltre il confine e guardare parte del territorio della Corea del Nord, in particolare il villaggio della propaganda nordcoreana. Di cosa si tratta? Lo scopriremo una voltà lì, no spoiler.

Villaggi tradizionali a Seoul

Una volta tornati a Seoul ci aspetta una splendida passeggiata tra le caratteristiche stradine del Bukchon Hanok Village, un altro luogo simbolo della cultura coreana. Tra case tradizionali, locali e negozi di souvenir, il pomeriggio passerà in tranquillità. 

Prima della cena continueremo a camminare fino a un altro a Ikseondong, un secondo quartiere tradizionale di Seoul.

A questo punto avremo sicuramente fame. Quale posto migliore del mercato Gwangjang? Questo è un vero punto di riferimento per lo streetfood coreano e avremo l’imbarazzo della scelta. Dalle zuppe al pesce cucinato al momento, passando per gnocchi piccanti, polpi e molto, molto altro. Qui avremo anche modo di comprare souvenir a buon prezzo ma anche vestiti di seta e stoffe.

Tour della DMZ, transfer su minivan, guida e ingressi, inclusi nella quota di viaggio.

giorno 4

Attraversiamo la penisola in direzione Busan

nature
40 %
history
60 %
culture
80 %
relax
20 %
A spasso per Busan

Di primo mattino saliamo sul primo dei treni ultraveloci di questo viaggio. Affacciata sul mare, Busan è la seconda città per importanza del paese. Una volta lì, lasciamo gli zaini e andiamo al tempio di Haedong Yonggungsa, costruito in riva al mare in onore della dea Haesu Gwaneum Daebul, che vive nell'oceano. Visiteremo anche un santuario all’interno di una grotta sotterranea e con un po’ di fortuna incontreremo qualche monaco nel momento della preghiera.  

Sul tragitto per tornare in centro città possiamo scegliere di usare le coloratissime sky capsule, con una ferrovia a picco sul mare che ci offrirà paesaggi unici. Arrivati alla stazione di Mipo, potremo salire sul vicino grattacielo BusanX the Sky, per avere una vista unica sulla città e goderci anche un cocktail in cima al palazzo. 

A questo punto avremo del tempo libero così ognuno può decidere quale lato della città visitare e che esperienze fare: dai musei ai mercati, le cose da fare sono tante. Per chi ha voglia di relax, tappa consigliata in una Jjimjilbang, la tipica SPA coreana, con piscine di acqua termale e bagni di vapore.

Treno da Seoul a Busan compreso nella quota di viaggio. Trasporti locali inclusi nella cassa comune. Eventuali attività extra a carico dei singoli partecipanti

giorno 5

Il Festival dei Ciliegi di Jinhae o il tour di Gyeongju

nature
90 %
history
20 %
culture
100 %
relax
50 %
party
60 %
Il Festival dei Ciliegi di Jinhae o il tour di Gyeongju

Il Festival di Jinhae è il più importante festival dei ciliegi della Corea, un’occasione unica e imperdibile che dura pochi giorni l’anno, in concomitanza con i giorni della massima fioritura. Ci vuole quindi un pizzico di fortuna per capitare nei giorni giusti! Le date del festival cambiano ogni anno e vengono stabilite in base alle previsioni sulla fioritura dei ciliegi, non saranno disponibili prima dell’inizio dell’anno nuovo. Non possiamo ancora sapere se riusciremo a visitarlo, ma ce la metteremo tutta. 

Non preoccupatevi però, se non dovessimo capitare nelle date giuste, la nostra “opzione B” non sarà certo da meno: un tour di Gyeongju, capitale durante il periodo d'oro dell'antica civilizzazione coreana e una delle più importanti mete turistiche del paese. 

Il più importante festival della fioritura

Avete presente la foto di quel treno in un viale pieno di ciliegi in fiore? Ecco, oggi potremo decidere se andare proprio lì! 

Partendo al mattino, con un autobus locale arriviamo in un’oretta al più importante festival della fioritura della Corea! 

Qui ogni anno milioni di visitatori ammirano i viali della città colorati di rosa grazie a oltre 380 mila ciliegi. Avremo modo di perderci per le strade di questa città a ritmo di musica e circondati ovunque da petali rosa. Il festival è famoso anche per le centinaia di bancarelle di street food che vendono cibi classici e altri più particolari, come i beondegi, uno spuntino di larve di baco da seta cotte al vapore… avremo il coraggio di assaggiarle?

Il tour dell’antica capitale dei Silla

In caso non riuscissimo a visitare il Festival di Jinhae, ci svegliamo al mattino presto e partiamo per Gyeongju, antica capitale della dinastia Silla. Con una guida visitiamo il Donggung Palace e il Wolji Pond, per poi avere un primo assaggio della vita nei templi con la visita del complesso di Bulguksa, patrimonio mondiale Unesco.

Qui a Gyeongju respireremo un’aria di antichità e spiritualità, ammirando i fasti del passato e scoprendo tradizioni che ancora sopravvivono. 

La vita notturna di Busan

Di rientro a Busan ci aspetta un assaggio della sua vita notturna. Ci faremo consigliare da un local qualche posto in cui cenare e ballare, domani tanto abbiamo la sveglia (un po’ più) tardi! 

Trasporti locali compresi nella cassa comune. Pasti a carico dei singoli partecipanti. 

giorno 6

Un giorno nel tempio buddista

nature
80 %
history
60 %
culture
100 %
relax
80 %
tempio di Beomeosa

Dopo quasi una settimana immersi nel trambusto delle vivaci città coreane, è tempo di prenderci una pausa…spirituale! L’esperienza del templestay è immancabile qui in Corea.

Dopo il check out dall’hotel entriamo nel tempio di Beomeosa dove passeremo tutta la giornata e la notte. Da 1300 anni, in questo tempio immerso tra le montagne, i monaci si dedicano alla preghiera e alla meditazione. 

Indossate le uniformi del tempio, un monaco ci racconterà un po’ di storia di questo luogo, introducendoci alle sue regole e alla vita monastica. Dopo una passeggiata nella foresta e un piccolo tour della struttura, andremo nella sala comune per mangiare insieme. Non aspettatevi una cena normale, sarà anche questo un momento per apprendere un po’ di più sulla cultura culinaria locale e i rituali che attuano i monaci durante il momento del pasto (sapevate, ad esempio, che la ciotola non deve essere mai allontanata dal viso e si deve rispettare il più rigoroso silenzio?). 

La serata termina assistendo alla cerimonia dei quattro Dharma e ascoltando i monaci intonare canti e preghiere nella sala di preghiera del tempio.

Soggiorno nel tempio e pasti inclusi nella quota viaggio.

giorno 7

Ultimo giorno in Corea

nature
80 %
history
80 %
culture
100 %
relax
30 %
Risveglio nel tempio e meditazione

Speriamo che la notte trascorsa in questo tempio millenario immerso nella natura sia stata riposante. Iniziamo la giornata con una colazione tutti insieme seguita da una sessione di meditazione insieme ai monaci. 

L’esperienza nel tempio è giunta al termine, ma davanti a noi ci aspettano ancora tantissime avventure… siamo solo a metà viaggio!

Scoprendo Busan

Dopo aver lasciato gli zaini in dei lockers, ci dirigiamo al villaggio culturale di Gamcheon, chiamato anche la Santorini della Corea. Si tratta di un villaggio coloratissimo e vivace, in cui avremo tempo per perderci tra le sue stradine. 

La fame chiamerà sicuramente e quale tappa migliore del mercato del pesce di Jagalchi, il più grande della Corea. In alternativa nella zona sono presenti molti cafè con vista mare. 

Continuiamo poi verso il parco Yongdusan, famoso per uno dei simboli della città, la torre di Busan

Ci imbarchiamo direzione Giappone

Recuperati gli zaini e sbrigate le procedure burocratiche, è tempo di imbarcarci sul traghetto notturno che ci porterà in Giappone. 

All’interno della nave troveremo tutte le comodità per passare la serata a bordo. Cullati dalle onde andremo a letto nelle comode cuccette in stile occidentale.

Traghetto per Fukuoka (Giappone) con cuccette, incluso nella quota di viaggio. Trasporti locali compresi nella cassa comune. Pasti a carico dei singoli partecipanti.

giorno 8

Hiroshima e il memoriale della Pace

nature
40 %
history
90 %
culture
60 %
relax
20 %
party
20 %
Hiroshima

Di primo mattina attracchiamo a Fukuoka, la sesta città del Paese, ma non ci restiamo molto. Dopo aver sbrigato qualche formalità doganale, attiviamo il nostro Japan Rail Pass e saliamo a bordo di un treno ultra veloce che ci porterà a Hiroshima. 

Appena arrivati poggiamo gli zaini e iniziamo subito a visitare la città partendo dal Memorial Park, ovvero le rovine dell’unico palazzo sopravvissuto alla bomba nucleare, che venne sganciata qui il 6 agosto 1945 segnando una delle pagine più tragiche della storia dell’umanità.
Prendiamoci del tempo libero per esplorare il centro città. I più interessati potranno anche visitare il Peace Memoriale museum.

Nel tardo pomeriggio prendiamo un traghetto (tranquilli, questa volta serviranno solo pochi minuti!) e andiamo sull’isola Miyajima (dove si dice che non si nasce né si muore), famosa per il suo gigantesco torii rosso che sembra fluttuare sull’acqua. Godiamoci la pace del posto, dichiarato patrimonio naturalistico dell’umanità, e dopo il tramonto e la visita al tempio buddista Daisho-in, torniamo in città per cenare e goderci Hiroshima di notte.

Treno proiettile e traghetto per l’isola Miyajima inclusi nella quota viaggio. Altri trasporti e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 9

Il castello di Himeji tra i ciliegi in fiore e la cerimonia del té

nature
80 %
history
80 %
culture
80 %
relax
20 %
Il castello dell’airone bianco

In mattinata sveglia presto per prendere un treno in direzione Himeji, cittadina famosa soprattutto per il suo imponente castello. Costruito più di quattrocento anni fa e rimasto fortunatamente illeso durante i bombardamenti subiti nel corso della Seconda Guerra Mondiale, presenta i caratteristici tetti a pagoda, e svetta fiero verso il cielo. Con un po’ di fortuna potremmo vederlo totalmente circondato da ciliegi in fiore, che doneranno al tutto un’atmosfera decisamente magica. 

Dal castello passiamo ai giardini Kokoen, nove per l’esattezza, progettati in vari stili del periodo Edo. Durante la fioritura acquisiscono un fascino ancora maggiore, ma sono sempre belli!

La cerimonia del té

In Giappone non possiamo non assistere a una tradizionale cerimonia del tè. Chi vuole partecipare può farlo anche indossando un kimono per rendere l’esperienza ancora più local! Scopriamo insieme ai maestri del tè la storia e l'importanza di tale momento nella cultura nipponica. L’importante è ascoltare bene perché poi toccherà a noi provare a prepararne uno secondo la tecnica rituale! Riusciremo a carpire qualche segreto per una preparazione perfetta?

Si riparte per Kyoto

A fine giornata saliamo su un treno proiettile e arriviamo a Kyoto, una città splendida che nei prossimi due giorni ci regalerà ricordi indelebili.

Treno proiettile incluso nella quota. Ingressi e attività compresi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 10

Kyoto, il Tempio d’oro, la foresta di bambù e il Fushimi Inari

nature
40 %
history
80 %
culture
90 %
relax
40 %
party
30 %
Il tempio d’Oro

Iniziamo la giornata col primo tempio di Kyoto (ne vedremo molti!).  Si tratta del Kinkaku-ji, il tempio d’oro, chiamato così per l’oro che lo ricopre e crea un particolare riflesso sullo stagno. A completare il quadro idilliaco, ci aspetta nel silenzio del suo giardino roccioso, il piccolo tempio buddista della setta Ranzai, il Ryoanji Temple: il giardino Zen più famoso del Giappone! I problemi della vita quotidiana ci sembreranno lontani anni luce, almeno finché non usciremo da lì.

Immersi nella foresta di bambù

Continuiamo il nostro itinerario e ci spostiamo verso la foresta di bamboo di Arashiyama. Godiamoci un po’ di relax e una bella camminata tra la natura. Proseguiamo attraversando il fiume Katsura attraverso un iconico ponte di legno per arrivare al parco delle scimmie. La vista da qui è favolosa e potremo ammirare Kyoto dall’alto.

Nel quartiere tutto intorno troveremo sicuramente da mangiare in un piccolo ristorante o in qualche bancarella. Per i cultori del cinema, è qui che è stato girato parte del film  "La Tigre e il Dragone".

Il Fushimi Inari Taisha

“Voliamo” dall’altra parte della città per uno dei momenti più iconici di tutto il Giappone, il santuario di Fushimi Inari Taisha. Il santuario è dedicato a Inari, la divinità del buon raccolto e del successo negli affari, ed è sempre molto frequentato. Ci inoltreremo nel lungo percorso costeggiato dalle famose porte torii rosse. Macchina fotografica alla mano inizieremo a visitarlo alle prime luci del tramonto, per sfruttare appieno la golden hour… si, sappiamo bene che molti di voi vogliono venire a Kyoto solo per farsi migliaia di foto in questo posto altamente scenografico!

La visita di oggi finisce qui ma ci aspetta ancora la cena! Che ne dite di andare a Pontocho, uno dei quartieri più suggestivi di Kyoto? Qui ogni vicolo è pieno di ristoranti tradizionali e moderni. Volendo possiamo anche mangiare su delle piattaforme galleggianti sul fiume! Questo metodo infatti è molto diffuso e si chiama kawayuka. L’idea nasce per far rinfrescare i clienti grazie agli effetti dell’acqua che scorre, in particolar modo nei mesi più caldi.

Trasporti locali e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti a carico dei singoli partecipanti.

giorno 11

I ciliegi del sentiero dei filosofi, le geishe e i samurai

nature
60 %
culture
90 %
relax
30 %
Dai templi ai ciliegi del Sentiero dei Filosofi

Un’altra giornata piena ci attende ma noi non vediamo l’ora! Partiamo dal tempio zen di Jishō-ji, rappresentativo del periodo Muromachi (scopriremo poi cos’è). 

Da lì camminando tutti insieme percorriamo l’iconico Sentiero dei Filosofi, che nel periodo della fioritura è un popolare luogo di osservazioni dei fiori di ciliegio, che incorniciano il ponte in scorci da cartolina

Il sentiero termina davanti il famoso tempio Eikando, che potremo visitare insieme al suo giardino. 

Hanami nel Maruyama park

Proseguendo a piedi arriviamo al parco Maruyama, considerato il punto principale della fioritura di Kyoto. Qui è anche presente un ciliegio secolare che in tutta la sua maestosità domina il parco. In questo luogo si organizzano i cosiddetti hanami, vere e proprie feste dedicate all’osservazione dei ciliegi. Attraversiamo questo luogo calmo accompagnati dal rumore dei ruscelli.

Il tempio Kiyomizu-dera e la vista sulla città

Prosegue la nostra camminata fino ad arrivare al tempio buddista di Kiyomizu-dera, uno dei 17 siti patriomonio UNESCO presenti in città. 

Arrivando in cima alla collina sulla quale sorge, ci godremo la vista dall’alto e faremo sicuramente un po’ di foto alla celebre pagoda rossa che si staglia nel panorama della città. 

Scendendo alle pendici del monte passeremo nell’iconica strada di Sanneizaka, piena di negozietti di souvenir, piccole botteghe e case tradizionali.

Geishe e samurai del quartiere Gion

Si dice che alla sera le geishe passeggino tra le stradine del quartiere Gion, meta immancabile nella nostra visita di Kyoto. Riusciremo a scattar loro qualche foto? 

Dopo molti chilometri percorsi a piedi, avremo sicuramente una gran fame. Fortunatamente lì vicino c’è un posto che fa al caso nostro, il mercato Nishiki, al cui interno potremo assaggiare praticamente qualunque cosa ci venga in mente! 

Tempo permettendo nei dintorni ci sono tante attività da fare, come visitare il museo dei ninja e dei samurai, provare i caratteristici abiti locali e molto altro.

Trasporti locali e ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti a carico dei singoli partecipanti.

giorno 12

Nara, l’antica capitale

history
80 %
culture
60 %
Nara

Nara è la prima capitale storica del Giappone, una città relativamente piccola che riusciamo a visitare in giornata. All’interno del parco Nara-koen vivono in libertà oltre 1200 cervi, considerati messaggeri degli dei e per questo protetti come Patrimonio Nazionale.Durante la fioritura dei ciliegi questo posto assume dei contorni ancora più spettacolari, con i cervi che immersi tra i petali rosa. Oltre al parco, potremo visitare il Daibatsu-den, l’edificio in legno più grande del mondo al cui interno è visibile il Grande Buddha di oltre 17 metri. 

Al pomeriggio possiamo scegliere cosa vedere, i posti da vedere sono davvero molti, come il tempio di Kofukuji, la Casa del Tesoro Nazionale, il Grande Santuario Kasuga il Tempio di Horyuji, il più antico del Paese. 

A fine giornata torniamo comodamente a Kyoto con il treno. Una volta lì decideremo in quale quartiere cenare stasera. 

Treno proiettile incluso nella quota. Ingressi e attività compresi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 13

Il primo assaggio di Tokyo

nature
90 %
history
20 %
culture
100 %
relax
50 %
party
60 %
Direzione Tokyo

Partiamo prestissimo con un treno super veloce ed in meno di tre ore raggiungiamo Tokyo! Occhi aperti durante il viaggio perché passeremo molto vicini al Monte Fuji, e con il cielo limpido potremo anche vederne la cima innevata! 

Arrivati a Tokyo saremo catapultati in una megalopoli dalle mille facce, ogni quartiere ha la sua identità ben precisa e noi cercheremo di vederne il più possibile. Partiamo da Asakusa, il cuore dell’antica Tokyo: qui ci possiamo immergere nella cultura storica della città. Iniziamo dal tempio Senso-ji con la sua pagoda a cinque piani e poi le colorate bancarelle e i piccoli negozi di artigianato.

Ueno e Yanaka

Dopo pranzo ci spostiamo nella zona di Ueno. Questo è il quartiere “popolare” di Tokyo, un immenso parco che ospita musei, templi, santuari e uno zoo. Durante i mesi della fioritura, un tocco di fascino in più è dato dalle numerosissime persone che si raccolgono a mangiare e bere sotto gli alberi di ciliegio.

Tra le altre cose, se ci va, potremo anche fare un tranquillo giretto in barca a remi e godere del paesaggio. Con una passeggiata nel quartiere di Yanaka, rimasto intatto in quanto una delle poche zone a non aver subito bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, torneremo a Shinjuku per cenare e magari unirci a qualche “local” per farci due risate in uno dei tanti bar della zona.

Treno proiettile incluso nella quota. Ingressi e attività compresi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 14

Alla scoperta di Tokyo

nature
90 %
history
20 %
culture
100 %
relax
50 %
party
60 %
Alla scoperta di Tokyo

Siamo nel quartiere dello street fashion di Tokyo. Qui nascono le tendenze e le mode più particolari come quella delle Gothic Lolita e delle Ganguro - troveremo il coraggio pure noi di provare un look tutto nuovo? Di sicuro, siamo nel posto giusto per farlo.

Siamo poi pronti per ammirare il parco Yoyogi in fiore, uno dei posti più belli della città per ammirare la fioritura dei ciliegi, e che qui raccoglie ogni giorno centinaia di persone. Continuiamo con il tempio shintoista Meiji-Jingu, per poi dedicarci a un po’ di shopping a Takeshita-dori, una delle strade più famose, piena di negozi. 

Dopo pranzo ci sposteremo nella zona di Shibuya, un quartiere vivo e colmo di persone, nel vero senso della parola. Non è un caso infatti, che qui ci sia l’incrocio più trafficato e famoso del mondo (che vedremo anche dall’alto). Se non soffrite di vertigini possiamo anche salire sullo Shibuya Sky, un grattacielo che offre un punto di osservazione a 360°, situato a soli…230 metri di altezza!

Ingressi e attività compresi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 15

Sayonara Giappone!

nature
90 %
history
20 %
culture
100 %
relax
50 %
party
60 %
Tempo di salutarci

Purtroppo è giunto il momento del rientro a casa: siamo sicuramente più ricchi nel cuore e nello spirito, ci vediamo al prossimo WeRoad!

Fine dei servizi WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).

Vedi mappa