Zero idee per Capodanno?

Itinerario - Guadalupa beachlife: spiagge delle Antille Francesi e Mar dei Caraibi

giorno 1

Pointe-à-Pitre

culture
100 %
Benvenuti a Guadalupa!
Vedi mappa

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta. Check-in in hotel a Guadalupa e meeting di benvenuto. Siamo approdati in un piccolo angolo di paradiso: quest’isola delle Piccole Antille dalla particolare forma di farfalla si affaccia a ovest sul Mar dei Caraibi e a est sull’Oceano Atlantico. I prossimi giorni saranno un susseguirsi di panorami mozzafiato e mare di un azzurro così intenso da non sembrare reale. Siamo carichi: diamo il via a quest’avventura con un primo aperitivo!

Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 2

Pointe-à-Pitre

history
40 %
relax
40 %
culture
20 %
Scopriamo la capitale

Carichissimi per iniziare il nostro viaggio a Guadalupa, ci svegliamo di buon’ora e facciamo una buona colazione… a base di frutta, che qui è buonissima. Trascorriamo la mattinata a Pointe-à-Pitre, vivace cittadina che sorge nel “corpo” della farfalla, proprio nel mezzo delle due ali. Qui respiriamo un po’ la vita dell’isola caraibica, passeggiando tra le bancarelle dei mercati, che vendono prodotti di ogni tipo. Arriviamo poi al Memorial ACTe, una struttura dall’aspetto futuristico che ospita il memoriale della schiavitù, che ha come obiettivo quello di testimonianza di questi avvenimenti storici così violenti e spesso dimenticati.

Il primo tuffo
Visitiamo il centro e ci fermiamo qui anche per il pranzo. Nel pomeriggio ritiriamo le nostre auto a noleggio e siamo prontissimi per dare una svolta alla giornata: tempo di indossare i costumi, si va al mare! Avremo modo di visitare moltissime spiagge dell’isola, quindi per ora possiamo restare nei paraggi. Qualsiasi sia la spiaggia che scegliamo, comunque una cosa è certa: caschiamo sempre in piedi - tutti pronti quindi per fare il primo tuffo ufficiale del viaggio! Verso sera rientriamo in struttura per prepararci per la nostra cena di benvenuto: assaggiamo i piatti locali e ci godiamo la serata tra noi!
Cena di benvenuto e noleggio auto inclusi nella quota viaggio. Benzina e parcheggi inclusi nella cassa comune. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Basse-Terre

nature
50 %
relax
50 %
3 spiagge tra cui scegliere
Vedi mappa
La terza giornata di viaggio la dedichiamo in tutto e per tutto al mare: questa mattina ci spostiamo verso Basse Terre, che altro non è la l’ala ovest della farfalla. Occupata in gran parte da un vulcano, il “Soufrière”, e dal Parco Nazionale omonimo, Basse Terre regala spiagge mozzafiato e natura selvaggia: per questa mattina abbiamo ben tre opzioni tra cui scegliere, tutti incredibilmente belle. Possiamo fermarci a Plage de la Perle, a Grand Anse Beach o a Plage de Malendure - tanto davvero, sbagliare qui è impossibile.
Snorkeling a Cousteau
Vedi mappa
Pranziamo al volo in questo piccolo paradiso e poi ci spostiamo alla Riserva Cousteau, un’area marina protetta che ci riserverà piccole sorprese. Qui è un must lo snorkeling, visto che questo è uno dei siti di immersione più belli del mondo: non ce lo facciamo dire due volte, indossiamo maschera, boccaglio e pinne e siamo pronti a fare amicizia con pesci tropicali di ogni genere e forma! Possiamo poi valutare di fermarci qui anche per il tramonto, magari questa volta noleggiando dei kayak e pagaiando nel mare tranquillo mentre il sole scende all’orizzonte - il modo perfetto per terminare questa giornata incredibile.
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

Marie-Galante

nature
40 %
relax
60 %
Un'isola dolcissima
Vedi mappa

Siamo a metà viaggio e per la giornata di oggi salutiamo Guadalupe per un po’... raggiungiamo infatti la vicina Marie Galante, un’isola dalla forma rotonda costellata da mulini a vento. Il soprannome di Marie Galante è infatti “l’isola dei cento mulini”, e non a caso: è quello che resta degli antichi zuccherifici, fondamentali per l’economia del posto, dove si produce per lo più canna da zucchero. Ancora oggi infatti vedremo carretti per le strade che trasportano questo preziosissimo prodotto. Arriviamo a Marie Galante in mattinata e abbiamo tutto il tempo necessario per godercela: ovviamente, troviamo la spiaggia più bella e ci piazziamo lì fino ad orario di pranzo.

Zucchero e rum!
Vedi mappa

Dopo aver assaggiato qualche pietanza caraibica - senza dimenticarci del caca boeuf, un dolce al cocco - possiamo valutare come occupare le ore del pomeriggio. Senza dubbio, esplorare l’isola per ammirare i campi da zucchero è un’opzione più che valida, anche se nei paraggi si trova un altro posto che potrebbe attirare la nostra attenzione: una distilleria di rum bianco - quello che producono qui è uno dei più buoni del mondo! Verso sera torniamo alla nostra barca e rientriamo a Guadalupe, pronti per un’altra serata. Il ritmo caraibico ovviamente ci invita ad uscire - la notte, d’altro canto, è giovane - quindi approfittiamone e brindiamo a questo viaggio!

Escursione in catamarano a Marie-Galante e noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina ed eventuali parcheggi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

Parco Nazionale di Guadalupa

nature
80 %
relax
20 %
Saliamo sul vulcano?
Vedi mappa

Dopo aver trascorso un’intera giornata lontani da Guadalupa, siamo pronti a tornare ad esplorare questo paradiso. Oggi lo facciamo partendo di nuovo dalla Basse-Terre, che custodisce un Parco Nazionale ricco di vegetazione, cascate e paesaggi incredibili. Per i super atletici, è possibile raggiungere la cima del vulcano La Grande Soufrière, soprannominato “la Vecchia Signora”: questa è la cima più alta delle Piccole Antille, e quindi dai suoi 1467 metri di altezza, il panorama non lascia certo a desiderare. Se poi aggiungiamo la foresta tropicale, l’atmosfera alla Jurassic Park e le piscine naturali di acqua termale a fine cammino, vale davvero la pena fare un po’ di fatica.

Nella foresta tropicale
Vedi mappa
Se il vulcano (che per altro, è attivo ma a riposo) non fa per noi, il parco offre tanto altro: possiamo sempre avventurarci nella foresta tropicale, questa volta però per raggiungere le maestose cascate del Carbet - un salto di ben 115 metri! - oppure percorrere in auto la magnifica Route de la Traversée, una strada di 17 km che attraverso il parco - anche qui, ci sembrerà di essere arrivati a Jurassic Park, quindi occhi aperti, magari riusciamo a vedere qualche dinosauro! Dopo una giornata immersi nel verde, facciamo rientro in struttura, decisamente stanchi ma rinvigoriti. La fame si fa sentire… questa sera assaggiamo un po’ di street food? Magari del bokit, accompagnato da accras!
Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, parcheggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

Grande-Terre

relax
80 %
party
20 %
Spiagge selvagge
Vedi mappa
Abbiamo esplorato in lungo e in largo Basse Terre, ora è tempo di spostarsi a Grande Terre, che di fatto, non fosse per un sottile lembo di spiaggia, sarebbe una vera e propria isola a sé. Molto diversa dalla vulcanica sorella, Grande Terre è praticamente piatta, con spiagge paradisiache e selvagge, più o meno frequentate da viaggiatori e turisti. Dedichiamo la giornata intera a scoprire le più belle: partiamo da Bois Jolan, le cui acque cristalline sono invitanti - e infatti, non ci mettiamo molto a fare un tuffo. Ci spostiamo poi alla Plage de Petit-Havre, una piccola baia dove possiamo fermarci all’ombra delle alte palme per pranzo.
Un tramonto da sogno
Vedi mappa

Nel pomeriggio possiamo decidere se fermarci a Petit-Havre per fare un po’ di snorkeling - o semplicemente, per goderci un po’ di pace, visto che questa spiaggia è frequentata soprattutto dai locals - oppure se spostarci nella più vivace Saint Anne. Certo, anche qui caschiamo in piedi: il mare è cristallino, non mancano le palme e la spiaggia di fine sabbia bianca. Ci stendiamo al sole e aspettiamo che arrivi l’ora del tramonto - che però non vediamo da qui! Ci spostiamo infatti a Pointe des Chateaux, punta orientale di Guadalupe e location perfetta per ammirare il sole che sparisce dietro l’orizzonte.

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, parcheggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Riserva naturale del Grand Cul-de-Sac Marin

nature
40 %
relax
40 %
party
20 %
Tra pesci, tartarughe e balene
Vedi mappa

Concludiamo in bellezza il nostro viaggio a Guadalupa: oggi dedichiamo metà giornata alla scoperta della Riserva Naturale del Grand Cul-de-Sac Marin - che detta così, fa un po’ ridere. Di nuovo andiamo a Basse Terre, perché è qui che si trova quest’area inserita nella lista delle Riserve della Biosfera dell’UNESCO: la esploriamo facendo snorkeling, il modo migliore per apprezzare fino in fondo la biodiversità di cui questa riserva è così ricca. Prepariamoci ad ammirare la barriera corallina, con più di 500 specie di pesci e molluschi, o ancora le tartarughe marina, che qui si godono la bellezza del mare. In alternativa, anche il kayak non suona male: potremmo fare amicizia con delfini o, se la fortuna è dalla nostra, anche avvistare megattere o persino gli imponenti capodogli.

Spiaggia e ultima cena
Vedi mappa
Dopo aver trascorso la mattinata in paradiso, torniamo con i piedi per terra: questo pomeriggio siamo liberi di decidere cosa fare. Probabilmente l’opzione migliore è quella di recarsi ancora una volta in spiaggia, se non altro per godercela fino in fondo in queste ultime ore di viaggio. Questa sera infine ci aspetta la nostra cena di arrivederci, il momento migliore per salutarci e rivivere le avventure condivise in questa settimana.
Cena di arrivederci e noleggio auto inclusi nella quota viaggio. Benzina, parcheggi ed eventuali escursione inclusi nella cassa comune. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 8

Bye bye Guadalupa!

Check out e saluti

Tempo di arrivederci: salutiamo Guadalupe, e ci salutiamo fra noi. Al prossimo WeRoad!

Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa