Itinerario - Nepal Trekking: la valle del Langtang e la spiritualità di Kathmandu

A partire da
1.649 €
Itinerario
giorno 1

Benvenuti in Nepal!

culture
50 %
relax
30 %
party
20 %
Check in: la nostra avventura inizia a Kathmandu

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da dove partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta.

Check-in in hotel a Kathmandu e meeting di benvenuto, ecco qui come funziona il ritrovo! Facciamo un salto al mercato di Thamel per gli ultimi acquisti prima dei giorni di trekking? Alla sera tutti pronti per la cena di benvenuto!

Incluso: pernottamento in hotel, cena di benvenuto

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 2

Da Kathmandu a Syapru Besi: alle porte della valle del Langtang

nature
50 %
culture
30 %
relax
20 %
Ha inizio il viaggio!

L’ora di iniziare la nostra avventura è giunta: salutiamo Kathmandu (ma è solo un arrivederci) e saltiamo in sella alle nostre jeep private che in circa 6-7 ore di viaggio ci porteranno a Syapru Besi: villaggio alle porte della valle di Langtang che rappresenta il punto di inizio e di fine del nostro trekking in questa valle meravigliosa. Per raggiungerlo attraversiamo il Parco Nazionale di Shivapuri,zigzagando tra villaggi tradizionali, terrazzamenti coltivati e fantastici panorami montuosi. Pranzo on the road a Trisuli Bazar, Nuwakot o a Dunche? A noi la scelta! Nel pomeriggio ci rilassiamo, facciamo amicizia e ci prepariamo mentalmente e fisicamente per il trekking di domani.

Incluso: colazione, trasferimento privato da Kathmandu a Syapru Besi, pranzo, cena e pernottamento

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 3

Scaldiamo i motori: da Syapru Besi su fino a Sherpa gaon

nature
90 %
culture
10 %
Gambe in spalla!

Questo primo giorno di trekking inizia alla grande, con un dislivello positivo da veri amanti della natura. Ci svegliamo di buona lena, e, abbandonata Syapru Besi, lasciamo alla nostra destra le sponde del fiume che solca l’intera valle, il Langtang Khola, per inerpicarci su un ripido sentiero nel bosco punteggiato da piccoli lodge di montagna dove le nostre gambe potranno via via trovare ristoro. Al termine della salita inizia un lungo sali-scendi sul crinale montano con fantastiche viste su tutta la valle sottostante. Giungiamo così, nel primo pomeriggio, alla nostra destinazione finale di oggi: Sherpa Gaon (2563 m s.l.m.), dove ne approfittiamo per riposare e goderci il lento scorrere del tempo tipico di questi luoghi.

Km da percorrere: circa 10 km, durata del trekking: 6,5 h di cammino (pause escluse), dislivello positivo (+) e negativo (-):  +1600m / -500m (tot:+ 1100m), altitudine finale: 2600 m s.l..m. circa.

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 4

Attraverso i villaggi del Langtang: da Sherpa Gaon a Langtang Village

nature
90 %
culture
10 %
La giornata più lunga!

Anche oggi ci svegliamo molto presto, prima del sorgere del sole come è usanza qui in montagna. L’aria è pura e fresca e il corpo inizia a prendere i nuovi ritmi della natura. Dopo una lauta colazione iniziamo la giornata con del sano stretching di gruppo: ne avremo bisogno perché oggi ci aspetta una delle giornate più intense del viaggio, i kilometri da macinare sono tanti ma saremo ripagati dagli ineffabili panorami che il Langtang saprà donarci. Iniziamo scendendo dal crinale montuoso per circa 1 ora di cammino fino a Rimche, da qui proseguiamo fino al vicino comprensorio di Lama hotel (sarà già ora della seconda colazione?) e costeggiamo il fiume Langtang nel fondovalle fino a Gumnachok. Da qui, dopo aver attraversato un ponte tibetano ed aver ammirato i rododendri in fiore, superiamo il villaggio di Ghoda Tabela ed arriviamo a Thangshyap. Un ultimo sforzo ci conduce a destinazione e al meritato riposo: Langtang village (3450 m s.l.m.). 

Km da percorrere: circa 16 km, durata del trekking: 8-9h di cammino (pause escluse), dislivello positivo (+) e negativo (-): +1700m/ - 800m (Tot: +900m), altitudine finale: 3500 m s.l.m. circa

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 5

Finalmente a Kyanjin Gompa: sotto gli occhi del Langtang Lirung

nature
80 %
culture
10 %
relax
10 %
Da Langtang Village a Kyanjin Gompa

Anche oggi le sveglie sono puntate presto e del sano stretching è quello che ci vuole per iniziare al meglio la giornata. Dopo la gran traversata di ieri, i ritmi odierni sono decisamente più clementi, ma non per questo le visioni meno spettacolari: dopo aver attraversato un altro ponte sospeso, essersi destreggiati tra carovane di asini e yak ed ammirato lo spettacolo di bianchi stupe stagliarsi sullo sfondo dei giganti Himalayani, arriviamo in circa 3 ore di cammino a Kyanjin Gompa, a circa 3900 m s.l.m. Il resto della giornata è dedicato al relax. Come ogni sera fin ora, anche oggi ci stringiamo intorno al fuoco della stufa della nostra tea-house, chiacchieriamo e lontani dal mondo, da internet e dallo stress quotidiano proviamo a riconnetterci con noi stessi

Km da percorrere: circa 6,5 km, durata del trekking: circa 3 h di cammino (pause escluse), dislivello positivo (+) e negativo (-): +480m / -80m (tot: +400 m), altitudine finale: 3865 m s.l.m. circa

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 6

Meritato relax: giornata d’acclimatamento a Kyanjin Gompa

nature
40 %
culture
20 %
relax
40 %
Dolce far niente

La giornata di oggi è dedicata all'acclimatamento e al recupero delle forze in vista delle due escursioni dei prossimi giorni. Sebbene in un fondovalle, siamo infatti pur sempre a quasi 4000 metri sul livello del mare, e l’altitudine potrebbe iniziare a farsi sentire. Onde evitare possibili sintomi da mal di montagna decidiamo quindi di fermarci ed assecondare i nostri corpi: la sveglia oggi non suona, e il tempo scorre ancora più lento (e questo non ci dispiace affatto!). Qualsiasi cosa si decida di fare, come leggere un libro, visitare il vicino caseificio locale dove gustare autentico formaggio di yak, o fare un salto al monastero cittadino. La parola dell’ordine di oggi sarà una sola: relax. Per chi se la sentisse sarà comunque possibile organizzare un’escursione, i luoghi da vedere non mancano di certo!

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 7

Ascesa a Kyanjin Ri: un panorama mozzafiato

nature
100 %
Panorami indimenticabili

Dopo la giornata di ieri dedicata al riposo, questa mattina ci alziamo carichi di energie e pieni di voglia di avventura: la montagna ci aspetta, di nuovo! Il nostro villaggio di Kyanjin Gompa riposa proprio alle pendici del Kyanjin Ri, impossibile trattenere la voglia di salirci. Armati di buona volontà e passo deciso ci dirigiamo al celebre punto panoramico della zona, situato a 4586 m s.l.m. Da qui, incorniciati dalle celebri e variopinte bandiere di preghiera buddiste mosse dal vento, si aprono vasti panorami di aspra roccia e nevai perenni posti ad oltre 6000 metri di quota. Indimenticabile la vista di sua maestà il Langtang Lirung, 7234 m s.l.m., la montagna più alta di tutto il massiccio montuoso circostante, il Langtang Himal. Da qui possiamo decidere se tornare indietro, inebriati e soddisfatti dal panorama, o continuare verso la vera vetta della montagna, a circa 4770 m s.l.m. Fatto ritorno a Kyanjin Gomba, chiudiamo come di consueto la giornata davanti al fuoco in compagnia dei nostri racconti e andiamo a letto presto, pronti per la grande avventura di domani.

Km da percorrere: 4,5-6 km, durata del trekking: 4,5-6 h di cammino (pause escluse), dislivello positivo (+) e negativo (-) : +700/1000 / -700/1000, altitudine finale massima: 4586/4770 m s.l.m.

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 8

Ascesa a Tserko Ri: l’impresa del nostro viaggio

nature
40 %
culture
20 %
relax
40 %
Quota 4965 metri!

Oggi è il giorno della nostra escursione più bella, ma anche la più impegnativa di tutte, la salita al Tserko Ri a 4965 m s.l.m.! Si tratta di un’escursione impegnativa per lunghezza e dislivello che occuperà tutta la giornata,e sta a noi decidere se effettuarla per l’alba con partenza in notturna, o in mattinata come la precedente. Qualunque sia la nostra decisione, è inutile ripeterlo: tutta la fatica sarà oltremodo ripagata dalla sovrastante vastità dei paesaggi himalayani circostanti. Un’emozione che porteremo con noi per tutta la vita. Di ritorno a Kyanjin Gompa,ancora stretti intorno al fuoco, iniziamo a raccogliere pensieri, emozioni ed immagini di questi scenari d’altri mondi: domani imboccheremo la strada del ritorno.

Km da percorrere: 9,3 km, durata del trekking: 8h di cammino circa, dislivello positivo (+) e negativo (-): +1100 / -1100,

altitudine finale massima: 4965 m s.l.m.

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 9

Sulla via del ritorno: la lunga discesa fino a Rimche

nature
90 %
culture
10 %
Scendiamo fino a Rimche

Sveglia puntata all’alba, ci concediamo l’ozioso privilegio di lanciare un ultimo sguardo a tutto tondo su questa valle meravigliosa intorno a Kyanjin Gompa, salutiamo i nostri host nepalesi che sono stati la nostra famiglia per ben 4 notti e, zaino in spalla, riprendiamo i nostri passi ripercorrendo esattamente il cammino dell’andata a ritroso. A passo lesto percorriamo in discesa i quasi 20 km che ci separano dalla nostra meta di oggi: il villaggio di  Rimche.

Km da percorrere: 19 km circa, durata del trekking: 7 h di cammino circa (pause escluse), dislivello positivo (+) e negativo (-) : +400 / -1850 (tot: -1400 m), altitudine finale: 2450  m s.l.m.

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 10

Ultimo giorno di trekking: a Syapru Besi via Bamboo

nature
40 %
culture
20 %
relax
40 %
Ultimo giorno di trekking: a Syapru Besi via Bamboo

Da Rimche questa volta non volgiamo in alto verso Sherpa Gaon, come nel viaggio di andata, ma decidiamo continuare a scendere lungo il fiume attraverso una via più semplice (il che non ci dispiace!), ma altrettanto panoramica: saremo costantemente immersi nel verde rigoglioso della foresta e costeggeremo le gorgoglianti acque del Langtang Khola per la gran parte del tempo. Attraversiamo diversi ponti tibetani sospesi, tra i più belli del viaggio sin ora, per finire in una foresta di bamboo posta tra i villaggi di Pairo e Bamboo. Qui si nascondono delle piccole vasche di acqua termale naturale, chi sarà in grado di scorgerle per primo e avrà il coraggio di farsi il bagno? Nel primo pomeriggio facciamo ritorno a Syapru Besi dove ci aspetta il meritato relax: il nostro trekking nel Langtang è giunto al termine.

Km da percorrere: 11 km circa, durata del trekking: 6 h di cammino circa, dislivello positivo (+) e negativo (-): +500 / -1500 (tot: - 1000m), altitudine finale: 1500 m s.l.m. circa.

Incluso: pernottamento con trattamento in pensione completa (colazione, pranzo e cena)

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 11

Ritorno alla civiltà: da Syapru Besi a Kathmandu

culture
20 %
relax
70 %
party
10 %
On the road da Syapru Besi a Kathmandu

Questa mattina dopo colazione saltiamo sulle nostre jeep e ci dirigiamo verso Kathmandu. Adesso le 6 ore di viaggio previste fanno esattamente al caso nostro: ne approfittiamo per un ulteriore riposo post-trekking o ripercorriamo insieme le memorie della magia appena vissuta.

Pomeriggio in libertà: trattamento SPA o shopping a Thamel?

Dopo il check-in pomeridiano in hotel ognuno sarà libero di godere il pomeriggio come vorrà: potremmo recarci in una delle tante SPA della città per regalarci un paio d’ore di trattamento termale ed un bel massaggio full-body, oppure darci allo shopping di souvenir nel mercato di Thamel, a ciascuno il suo!

Incluso: colazione, pranzo e pernottamento

Cassa comune: mance per la guida escursionistica ed eventuale assistente

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 12

Kathmandu e i luoghi di Buddha

history
50 %
culture
50 %
Kathmandu e la sua Durbar Square

Dopo una lunga dormita per riprenderci dalle fatiche dei giorni di trekking, troviamo ad aspettarci il nostro van e la nostra guida per iniziare questo Grand Tour della valle di Kathmandu. Iniziamo subito con il centro cittadino e la sua celebre piazza Durbar e il sito Patrimonio dell’umanità UNESCOdell’ Hanuman Dhoka. Ascolteremo l’intrigante storia della Kumari Devi, l’unica Dea Vivente venerata in Nepal, e dopo aver attraversato i bahal (cortili tradizionali) di Indra Chowk e Itum Bahal, brulicanti di mercanti, potremo finalmente rilassarci nell’oasi di pace del Giardino dei sogni.

Swayambhunath e Boudhnath: a tu per tu con i monaci tibetani

Ci dirigiamo ora alla volta di due dei luoghi più iconici del paese: le bianche stupe di Swayambhunath e Boudhnath: entrambe patrimonio dell’umanità UNESCO. Qui, ogni giorno centinaia di pellegrini e monaci tibetani nella loro tunica color amaranto si recano in preghiera per compiere la tradizionale kora (o circumnavigazione rituale), intonando litanie ancestrali e roteando gli onnipresenti mulini di preghiera. Sarà uno spettacolo meraviglioso vederle al tramonto illuminate con decine di lampade al burro di yak.

Incluso: colazione, van privato con autista e guida

Cassa comune: ingressi ai siti archeologici, trasporti locali serali

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 13

Kopan, Bhaktapur e Pashupatinath: la Varanasi del Nepal

culture
50 %
relax
50 %
Da Kopan a Bakthapur: la perla della Valle

Iniziamo la nostra giornata con la visita al celebre monastero di Kopan alle cui vicende storiche si ispirò il celebre Bernardo Bertolucci nel film “Piccolo Buddha”: vera e propria accademia del Buddismo in Nepal, questo luogo di formazione ospita apprendisti provenienti da tutto il mondo. Riusciremo a strappare loro il segreto della felicità? 

A metà mattinata ci dirigiamo alla volta della perla più preziosa della valle: Bhaktapur. Antica città di etnia Newari strategicamente sorta sull’antica rotta commerciale tra India e Tibet, e capitale del regno nepalese per secoli, vanta una delle piazze Durbar più belle del paese, tanto da garantirle il fregio di Patrimonio dell’umanità UNESCO. La sua Porta D’oro, i templi dalle effigie erotiche, e la celebre pagoda di Nyatapola ci catapulteranno nello splendore del Nepal che fu.

Pashupatinath: la Varanasi del Nepal

A metà pomeriggio ci spostiamo verso quella che sarà probabilmente l'esperienza più toccante e forte del viaggio: il tempio di Pashupatinath, dedicato al dio Shiva e anch’esso Patrimonio dell’umanità UNESCO. Il più importante sito induista del Nepal, si adagia sulle sponde del fiume Bagmati (l’equivalente del Gange indiano), sul quale si aprono molteplici ghat: le tradizionali scalinate che portano al fiume e dedicate alle abluzioni sacre, ma soprattutto alla cremazione dei defunti e all’aspersione delle ceneri. Il luogo brulica di sadhu (asceti) e al calar della notte, con un po’ di fortuna, possiamo assistere alla cerimonia dell’Arati (luce) dove i pellegrini accendono decine lampade al burro e intonano sacri canti. In serata ci trasferiamo presso la famiglia che ci ospiterà per le prossime due notti.

Incluso: colazione, van privato con autista e guida, pernottamento in famiglia

Cassa comune: ingressi ai siti archeologici, trasporti locali in serata

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 14

Patan e la rurale Valle Meridionale: i segreti di Dakshinkali

history
40 %
culture
40 %
party
20 %
Una dea "assetata di sangue"

Questa mattina ci inoltriamo in uno dei luoghi meno conosciuti della valle di Kathmandu: le rurali colline meridionali. Punteggiate di villaggi rurali e terrazzamenti agricoli, queste colline ospitano, tra le altre cose, le celebri grotte della meditazione di Pharping e il macabro tempio di Dakshinkali dedicato a Kali, divinità del cambiamento e della distruzione. Qui, per soddisfare la sua sete di sangue, i pellegrini si recano portando con sé animali da offrire in sacrificio alla dea.

Patan: il tesoro Newari

Nel pomeriggio ci spostiamo a Patan, una delle più antiche città reali del Nepal, anche conosciuta con il nome sanscrito di Lalitpur: città della bellezza. Non è un caso dunque che anch’essa sia un Patrimonio dell’umanità UNESCO. Anche qui il fulcro di questo tesoro architettonico nepalese è rappresentato dalla piazza Durbar, pullulante di templi come il Krishna mandir, il tempio d’oro (Kwa Bahal), e infine il Palazzo Reale e la sua Porta d’Oro (Sun Dhoka). In serata torniamo a casa dalla nostra famiglia e ci prepariamo per la nostra cooking class!

Incluso: van privato con autista e guida, cooking class

Cassa comune: ingressi ai siti archeologici, mance per la guida e l'autista, trasporti locali in serata

Non incluso: altri pasti e bevande

giorno 15

Arrivederci Nepal!

history
50 %
culture
50 %
Check out e saluti

Tempo di saluti: ci vediamo alla prossima avventura WeRoad!

Fine dei servizi di WeRoad.

N. B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).

Vedi mappa