Parti nei prossimi 30 giorni! Approfitta di 100€ di sconto con il codice ORAOMAIPIU100 su alcune partenze

imageDefault

Tommaso Degl'Innocenti

Vive a Montespertoli
enes
83
Paesi visitati

Ho iniziato a viaggiare gia’ all’eta’di 6 anni, perdendomi nelle campagne e tra le colline della stupenda Vinci in compagnia del mio fedele pastore tedesco Kira. Con la mia famiglia non ho viaggiato molto, ma mi hanno sempre portato al mare ed in montagna d’estate. Poi una volta compiuti i 18 anni, ho preso un volo per la Norvegia,  da solo, ma per andare a trovare la mia ragazza norvegese conosciuta a Firenze. Da lì non ho più smesso di viaggiare. Ho attraversato quasi tutta la Thailandia in moto schivando tuk tuk e animali e mangiando scorpioni e inalando gas esilaranti, poi a bordo di un carretto sono arrivato fino in Laos tra autostop vari, dove ho fatto amicizia con dei tipi locali che mi hanno poi ospitato a vivere da loro per qualche giorno, e scambiato discorsi filosofici con dei monaci a Chang mai. Ho fatto l’autostop in India, dove poi ho vissuto 2 mesi in un Ashram, dove ho preso la qualifica di istruttore di Hatha Yoga, e poi continuando a viaggiare per il paese, ho  rischiato la vita piu’ volte, finendo all’ospedale per aver assaggiato del succo di canna fatto per strada. Scalato la montagna di Lantang in Nepal, rischiando la vita in alta quota 5.000 mt in seguito ad una tormenta di neve, vissuto in una baracca con i nepalesi, ho poi imparando a cucinare il Dal Bhat, piatto tipico fatto di lenticchie. Ho dormito per due notti in una grotta con uno Sciamano, detto Baba nel Nord dell’India ai piedi dell’ Himmalaya, dove nasce il fiume Gange. Visitato lo Sri Lanka e infiltrato in un matrimonio locale, festeggiando con loro e facendo nuovi amici. Visitato il Vietnam in una mini crociera a bordo di una piccola imbarcazione. Meditato e fatto Yoga vicino al famoso tempio di Angkor in Cambogia. Visto i villaggi di pescatori e i delfini rosa di Hong Kong e fatto festa in una sala da karaoke a Tokyo, con dei soggetti locali troppo simpatici e ubriachi.  Scalato la montagna piu alta di Taipei tra pioggia e mosche. Mi sono affacciato in Nord Corea, ma sono poi dovuto scappare. Nelle filippine a Cebu, dove ho fatto una mini corciera su un catamarano al tramonto, e mi sono poi ustionato a fare shots alcolici infuocati con dei filippini. Preso la mia prima lezione di surf a Canggu Bali, e fatto festa in una villa in affitto con amici, prendendo funghetti magici e qualche lezione di yoga a Ubud. Visto la barriera corallina alle Maldive, e alle Seychelles  in dolce compagnia di una bella Australiana e con la quale ho anche visitato le piramidi del Cairo. Ho visto l’alba in Cappadocia sopra una delle tante mongolfiere , e visitato tutta la Turchia in Bus, Mi sono perso con la mia jeep nel deserto Arabo in Oman e a Dubai, dove ho vissuto per 7 anni e fatto festa tra yatch e limousine e poi per calmare gli spiriti bollenti, ho fatto lezioni di yoga nel deserto. Visitato la terra santa e fatto autostop per andare in una spiaggia naturalista vicino a Tel Aviv e visitato la chiesa della nativita’di Gesu’ a Nazaret e il muro del pianto di Jerusalemme. Visitato Tunisi e Cartagine, mangiato Tajine e dormito in uno stupendo Riad a Marrahech,  galoppato a cavallo sull oceano di Essaouria in marocco. Preso un the con i beduini nel deserto vicino a Luxor in Egitto e visitato l’isola degli schiavi di Gore a Dakar in Sengal. Dopo un piccolo safari a Nairobi mi sono ritrovato a ballare in una discoteca locale.. Ho fatto Surf tra gli squali in Sud Africa a Durban e poi mi sono perso per strada in direzione Capo di Buona Speranza in moto, anche li rischiando di essere derubato. Ho fatto del buon volontariato nei villaggi dello Zimbawe, vestendomi da babbo natale e portando cibo ai piu bisognosi, visto giraffe e Leoni nel parco nazionale vicino a Johannesburg. Nuovamente rischiato la vita sulla spiaggia di Cape Town, dopo un bellissimo hike sulle Table Mountains, hanno cercato di rubare la borsa alla mi compagna mentre stavamo sdraiati in spiaggia a vedere le stelle. Ho assistito ad una sparatoria a Lagos in Nigeria, rifugiandomi poi in Hotel, finendo a fare festa con un gruppo di locali e bambini nella piscina dell’hotel. Autostop alle Mauritius dove ho girato l’isola con i mezzi pubblici e facendo amicizia sono stato ospitato in casa di una famiglia locale, assaggiando la loro cucina. 

Ballato il tango per strada in un quartiere tipico di Buenos Aires e frequentato i fantastici locali della citta’. Partecipato al carnevale di Rio de Janeiro e la scuola di Samba di Sao Paolo. Visitato le favelas brasiliane e conosciuto gente locale provando a parlare un po di portoghese e fatto festa a ritmo di samba e caiprinha, saltando dalla montagna in parapendio insieme ai pappagalli colorati con la vista sul Corcovado e tutta Rio de Janeiro, preso le onde piu belle a Barra da Tijuca e partecipato al concerto Rock’n Rio nella sala Vip con gli Aerosmith a gratis. Sono stato sulla vecchia montagna del Machu Picchu alla ricerca degli Inca, mangiando foglie di coca e raggiungendo gli alti ghiacciai delle Ande a 4.700 mt a piedi in un fantastico trekking di 5 gg in tenda con amici e guide locali. Inseguito le orme di Pablo Escobar in Colombia a Guatape’e Medellin, dormito nella stupenda e caraibica Cartagena de los Indios, mangiando frutta fresca a ballando i ritmi caraibici, fatto surf nella stupenda Costa rica visitando immensi parchi naturali. Ho esplorato in lungo e in largo tutte le isole delle hawaii, dove ho vissuto per 3 mesi lavorando in un ecovillaggio naturalista e passando le mie giornate a fare trekking e nuotare con i delfini al ritmo hippie dell’isola, ho poi imparato ad arrampicarmi come una scimmia sulle palme di Cocco. E per non finire annoiato durante la quarantena Covid19 mi sono costruito un Camper Van prendendo un vecchio Volkswagen T4 del 2001 e trasformandolo in una mini casa con tanto di doccia e Bagno, ho girato meta’Europa arrivando poi a Berlino dove ho vissuto un mese tra festival di vario tipo.. Il mio Viaggio non doveva finire qui, ma a causa di una malattia sono dovuto rientrare in toscana nella mia citta’natale e passare il resto della seconda quarantena chiuso in casa in totale depressione e bloccato in provincia, dove ho poi deciso di provare a ricostruirmi una vita normale…..