Itinerario - Svalbard Expedition: avventura ai confini del mondo

A partire da
2.390 €
Itinerario
giorno 1

Benvenuti alle Svalbard

nature
80 %
history
10 %
culture
10 %
Perché aspettare: iniziamo ad incontrarci ad Oslo già il 28 febbraio

Nel format di WeRoad i voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, questo per dare libertà di scelta su aeroporto, orari e compagnia area. Dall’altro lato le Svalbard sono una destinazione particolare dove i voli aerei sono solo alla mattina e solo da Oslo (o Tromso). Questo fa si che al ritorno l'ultimo giorno, si riesca, dopo lo scalo ad Olso, a proseguire in giornata per qualsiasi città Italiana. Al contrario all’andata bisognerà arrivare il giorno prima a Oslo e la mattina seguente prendere il volo per le Svalbard (contatta il coordinatore di riferimento per maggiori dettagli sui giorni giusti dei voli).

Per i biglietti aerei avete due strade:

  • biglietto unico Italia – Svalbard (e ritorno) con Lufthansa o SAS 🡪 soluzione più economica, con zero sbatti lato valige imbarcate, anche se con più scali; 

  • biglietto A/R Oslo – Svalbard e un secondo biglietto A/R Italia - Oslo 🡪 soluzione più costosa, che necessiterà di imbarcare due volte le valige, ma che offre maggior flessibilità di orario e di poter quindi visitare Oslo il primo giorno e rientrare più velocemente in Italia a fine viaggio; 

Per la prima notte ad Oslo una volta che il gruppo sarà formato (e i voli decisi) sarà cura del coordinatore, per chi ha piacere, lo stesso hotel così da stare in camere doppie/triple e dividerci il costo.

Lo stesso vale per la cena ed eventuali tour in città, di modo che anche se arriviamo da città diverse, il viaggio possa iniziare già a Oslo il primo giorno.

I servizi inclusi e il vero e proprio check-in inizieranno poi in hotel a Longyearbyen, la prima notte alle Svalbard.

Longyearbyen

Una volta atterrati e lasciati gli zaini in hotel, avremo tempo di mangiare e di sfruttare le ore di luce del primo pomeriggio per prendere le misure con il mondo Artico: benvenuto nella città più a nord del mondo!

Nel tardo pomeriggio inizia la prima avventura: un trekking di 3-4 ore tra andata e ritorno, perfetto da fare durante il crepuscolo e quella che viene definita “la notte Artica” il semi-buio dato dal sole oltre la linea dell’orizzonte. L'escursione ha come traguardo il punto panoramico di Platåfjellet a 424 metri sul livello del mare con una splendida vista su Longyearbyen.

Per il ritorno avremo con noi le lampade frontali, ma le accenderemo solo al bisogno. Se saremo fortunati, infatti, saremo illuminati dall'aurora boreale sopra di noi.

L’Italia ci sembrerà già lontana anni luce!

La guida e il materiale da trekking sono inclusi nella quota viaggio.

La navetta dall’aeroporto all’hotel va pagata in loco individualmente.

Le eventuali attività e notte a Oslo sono organizzate dal coordinatore fuori dal pacchetto WeRoad.

giorno 2

In sella alle motoslitte: si va all’avventura

nature
60 %
history
20 %
relax
10 %
party
10 %
Snowsafari

Dopo la colazione lasciamo lo zaino con il grosso delle nostre cose nel deposito dell’hotel e con uno zainetto per la notte ci prepariamo a spostarci.

Un breve stop all’Expedition Center dove faremo il briefing per lo snow-safari e riceveremo tutti i vestiti termici e l’attrezzatura tecnica per affrontare la spedizione e poi si parte!

Da Longyearbyen attraverseremo Ie valli di Todalen e Skiferdalen e il fiume ghiacciato di Grøndalselva fino ad arrivare all’insediamento minerario Russo di Barentsburg. Sono 75 km di motoslitta, 3-4 ore di viaggio che affronteremo supportarti da due guide e con numerosi stop per ammirare i paesaggi incredibili che ci circonderanno e gli animali che riusciremo ad avvistare tra i ghiacci. Arrivati a Barentsburg, fatto il check-in ci aspetta il pranzo, incluso nella quota, presso il ristorante dell’hotel.

Barentsburg

Dopo le avventure della mattina, dedicheremo il pomeriggio alla cultura e al relax. La visita guidata di Barentsburg, la “capitale Russa” delle Svalbard sarà l’occasione per meglio comprendere la storia e le tradizioni della gente del posto e dei primi esploratori che hanno scoperto e abitato l’Arcipelago. Prima di cena, per chi ha piacere, sarà possibile anche rilassarsi nella sauna dell’hotel e dopo mangiato: una bella birra! Prodotta con l’acqua del lago glaciale di Stemme, situato dall’altra parte del fiordo.

Durante lo snow-safari avremo due guide che aprono e chiudono il percorso, ogni motoslitta ha un guidatore e un passeggero, che potranno alternarsi durante il viaggio per godere dell’esperienza da entrambi i punti di vista. NON è necessaria alcuna esperienza pregressa per guidare la motoslitta. 

L’escursione, il pranzo, la cena e la degustazione di birra sono inclusi nella quota.

La visita guidata a Barentsburg è inclusa nella cassa comune.

giorno 3

Tra uomo e natura: una sfida ai confini del mondo

nature
70 %
culture
30 %
In miniera!

A Barentsburg c’è l'unica miniera di carbone funzionante al mondo che puoi visitare con un tour. Vedremo la cooperazione (o la sfida, a seconda dei punti di vista) tra uomo e natura, i meccanismi per entrare nella profondità del terreno ghiacciato e la dura vita di chi qui ci lavora e vive. La particolarità è che il tour sarà guidato da un vero minatore!

Husky center: coccole ed escursione in slitta

Come avremo imparato dalle storie ascoltate fino qui, gli husky sono stati per secoli l’unico amico e mezzo di trasporto in queste terre. Andremo a visitare un centro dove sono presenti 80 husky, di 8 diverse razze di cani da slitta così da poterne apprezzare le specificità e diversità. Un giro in slitta chiuderà la mattina: anche qui sarà possibile sia provare l’esperienza come guidatore che come passeggero, supportati dagli istruttori e veterinari dell’Husky Center.

Snowsafari lungo i fiordi

Dopo pranzo ci rivestiamo con l’equipaggiamento Artico e riprendiamo le motoslitte per tornare a Longyearbyen. Questa volta non seguiremo l’entroterra, ma la costa sulla baia di Colesbukta. Nuovi paesaggi, la stessa sensazione di essere un puntino davanti all’infinito della natura.


Faremo 65km di motoslitta, per circa 3-3,5 ore di viaggio, con tutte le doverose pause per ammirare ciò che ci circonda, cercare di avvistare l’orso polare, le volpi artiche e il resto della fauna locale e fare i cambi alla guida. L’obbiettivo è arrivare per le 18.00/18.30 a Longyearbyen e goderci una bella doccia calda e la cena.

L’escursione in motoslitta e il pranzo sono inclusi nella quota.

La visita guidata alla miniera e all’Husky center sono inclusi nella cassa comune.

giorno 4

Grotte di ghiaccio e caccia all’aurora boreale

nature
70 %
history
10 %
relax
10 %
party
10 %
Trekking sotto ai ghiacci

Ormai le motoslitte non hanno più segreti per noi. Oggi però ci dirigiamo verso est, fino al ghiacciaio Tellbreen. Il 60% delle Svalbard è ricoperto da ghiacciai perenni, ma sotto cosa c’è? Spegniamo le motoslitte, accendiamo le nostre torce frontali e scendiamo nelle grotte!


La guida che ci accompagnerà ci spiegherà l’effetto del cambiamento climatico attraverso la conformazione delle grotte. La temperatura è generalmente attorno ai -3 ˚C. Alcuni degli strati di ghiaccio nella grotta contengono bolle d'aria, il ghiaccio in alcuni punti è trasparente come il vetro, in altro pieno di sedimenti. Non c'è vento ed è completamente buio: vogliamo spegnere per un istante tutti le torce e ammirare il buio e il silenzio totale? In base alle condizioni meteo mangeremo il pranzo, al sacco, ma tenuto al caldo dalle nostre guide, o sul ghiacciaio o dentro la grotta. In entrambi i casi: che esperienza!

A caccia dell’aurora boreale: salutiamo le Svalbard in grande stile!

Verso le 17.00 saremo di rientro in hotel, tempo libero per visitare il museo di Longyearbyen, comprare qualche souvenir e farci le docce: ci aspetta una cena stellata, anzi boreale! 


La cura e la raffinatezza del menù di Willems Cabin meriterebbero attenzione da parte della guida Michelin, ma che senso ha puntare ad una stella, quando puoi avere l’aurora boreale? Il ristornante sorge infatti a Camp Barentz, lontano dalle luci della città. La cena è in una cabina privata con pareti in legno e vetro e un fuoco accesso attorno al quale potremo tirare le somme di questa spedizione ai confini della terra nella speranza di chiudere il viaggio sotto la danza dell’aurora boreale.

Motoslitte, materiale e guida per il trekking nella grotta di ghiaccio inclusi nella quota insieme al pranzo.

La cena a caccia dell’aurora boreale è inclusa nella cassa comune.

giorno 5

Arrivederci (e grazie) Svalbard

relax
100 %
Ci godiamo le ultime ore di pace

Anche partire è qualcosa di magico alle Svalbard. Vedere dall’alto dell’aereo i ghiacci che ci hanno accompagnato in questi giorni, sapendo che noi li abbiamo attraversati in lungo e largo in motoslitta, a piedi e con gli husky darà alla partenza un sapore diverso.


Ci aspettano 1 o 2 scali e diverse ore di volo prima di tornare allo smog e al caos delle nostre città. Godiamocele, magari con una buona playlist nelle orecchie e le foto sul telefono da riguardare: che esperienza incredibile! 

Grazie Svalbard, grazie regina dell’Artico.

Pasti, bevande ed eventuali trasporti a carico dei singoli partecipanti. Fine dei servizi di WeRoad


N.B. La sicurezza è la cosa più importante. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad dovuti a cambiamenti climatici improvvisi, tempeste di neve, allerte meteo emanate dalle autorità locali. In ogni caso sarà sempre garantita la qualità / livello delle strutture ricettive indicate nelle varie tappe.

Vedi mappa