Parti nei prossimi 30 giorni! Approfitta di 100€ di sconto con il codice ORAOMAIPIU100 su alcune partenze

Itinerario - Sulle orme di Pechino Express: Turchia Expedition

giorno 1

Istanbul

culture
100 %
Check-in
Vedi mappa

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da dove partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci. Questo per darti la massima libertà di scelta! 

Check-in in hotel a Istanbul, e meeting di benvenuto. Finalmente avremo modo di conoscerci tutti: il nostro è un gruppo di impavidi WeRoaders che affronta questo viaggio sulle orme di Pechino Express  sulla rotta dei Sultani con tanta voglia di avventura.


giorno 2

Cappadocia: alla scoperta di Goreme e dintorni

nature
20 %
history
40 %
culture
40 %
Voliamo in Cappadocia
Vedi mappa

Primo giorno ufficiale di viaggio ed è già il momento di lasciarsi alle spalle Istanbul (ma ci torneremo, questo è sicuro!): prendiamo un volo interno per raggiungere il cuore del Paese, la magica regione della Cappadocia, la cui posizione strategica, a cavallo tra l’Asia minore e la Mesopotamia, l’ha resa per secoli il crocevia di rotte commerciali e l’oggetto di numerose invasioni. Avremo modo di vedere con i nostri occhi perché queste terre abbiano attirato per secoli popoli dalle culture diversissime – e di come queste ne abbiano influenzato l’evoluzione.

Raggiungiamo subito la cittadina di Göreme, che fin da subito ci lascerà senza fiato: fra le case infatti si innalzano i cosiddetti “camini delle fate” - o forse dovremmo dire che sono le case che si innalzano fra queste formazioni rocciose? Dopo un pranzo veloce, magari assaggiando il Shish Kebab, partiamo subito verso il vero spettacolo: il Göreme National Park.


Camini delle fate e Museo a Cielo Aperto

Inserito tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO nel 1985, il Göreme National Park è una costellazione di formazioni rocciose createsi a seguito di una serie di eruzioni vulcaniche. Gli strati di cenere vulcanica, solidificandosi, formarono il tufo, scolpito durante i secoli dagli eventi atmosferici: i peribacalar (camini delle fate) o kalelar (castelli), come vengono chiamati dai locali, sono appunto il risultato di queste erosioni naturali. Anche gli esseri umani hanno però lasciato il loro segno: visitiamo il Museo a Cielo Aperto per scoprire i resti della cultura bizantina – un insieme di chiese, cappelle e monasteri scavati nella roccia, fra le quali la più famosa è senza dubbio la Karanlik Kilise che mantiene ancora intatti numerosi affreschi.

Dopo aver visitato il Parco, ci aspetta la cena di benvenuto: le prelibatezze di questa regione saranno accompagnate da una vista sulla valle impagabile, mentre risate e compagnia saranno il contorno perfetto per questa serata.

Guida locale (inglese), volo interno da Istanbul a Kayseri, trasporti da Kayseri a Goreme e cena di benvenuto inclusi nella quota viaggio. Altri trasporti (transfer aeroportuale a Istanbul) e altri ingressi inclusi in cassa comune. Altri pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 3

Cappadocia: mongolfiera e città sotterranee

nature
80 %
history
20 %
Sorvolando Göreme

Le sveglie sono puntate molto presto questa mattina: ci alziamo prima del sorgere del sole per vivere un’esperienza unica. Saliamo a bordo di una mongolfiera e iniziamo a prendere quota: vedere l’alba da qui, con la valle di Göreme che maestosa si confonde con l'orizzonte, sarà uno spettacolo che non dimenticheremo facilmente. Gustiamoci questi momenti e dimentichiamoci del caos della vita di tutti i giorni: la pace e la quiete che si respirano da quassù ci regaleranno attimi indimenticabili.

Città sotterranee e ravioli turchi :-)

Dopo avere iniziato la mattina in aria, proseguiamo la giornata… sottoterra! Visitiamo infatti la città sotterranea di Kaymakli, la cui origine risale ai periodi tra il VI e il X secolo: pensata originariamente per proteggere la popolazione dagli invasori, questa città è un insieme di cunicoli labirintici, chiese e abitazioni che si sviluppano su 8 livelli a ben 43 metri di profondità.

Prestissimo, però, saremo di nuovo in superficie per goderci una serata speciale: stasera, infatti, scopriremo gli antichi segreti della cultura culinaria turca! Come dei veri concorrenti di Pechino Express, impareremo a cucinare i famosi ravioli turchi. Saranno più buoni i nostri o i loro? Che la sfida abbia inizio!

Guida locale (inglese), trasporti, volo in mongolfiera e Cooking class inclusi nella quota viaggio. Altri Ingressi inclusi in cassa comune. Altri pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 4

Il lago salato di Toz Golu e i dervisci rotanti

nature
50 %
culture
50 %
Sale e misticismo
Vedi mappa

Non ci sarà Costantino a svegliarci con la sua voce soave, ma comunque anche oggi la partiamo di buon’ora, direzione Konya - salutare la Cappadocia sarà difficile, anche se i prossimi giorni, in quanto a paesaggi mozzafiato, non hanno nulla da invidiarle. La nostra  strada ci porterà sulle rive del Toz Golu - un'immensa distesa di sale bianco abbagliante che ci farà pensare di essere tra i salares boliviani - per poi proseguire fino a  Konya, città antica di vitale importanza in epoca romana e bizantina in quanto si trovava sulla strada che collegava Costantinopoli ad Antiochia. Se saremo fortunati, in serata proveremo ad assistere allo spettacolo dei dervisci rotanti.

L’ordine dei dervisci rotanti (o ordine di Mevlevi) fu infatti fondato proprio in questa città dal mistico sufi Mevlana nel XIII secolo. Lui credeva che la danza e la musica fossero in grado di indurre una fase estatica di amore universale… dite che ci innamoreremo anche noi?!

Guida locale (inglese), e trasporti inclusi nella quota viaggio. Ingressi inclusi in cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 5

Da Konya a Egirdir

history
50 %
culture
50 %
On the road to Pamukkale
Vedi mappa

Oggi approfittiamo della mattina un po’ più rilassata per visitare il Mausoleo di Mevlana, che contiene le spoglie dell’antico Sufi persiano. Non possiamo perderci nemmeno il bazaar e assaggiare il piatto tipico della città, l’etli ekmek – che letteralmente significa “pane con carne” ma che in pratica sembra una pizza. 

Dopo pranzo ci rimettiamo sulla strada: percorriamo i prossimi chilometri immersi nelle bellezze paesaggistiche della Turchia, fino ad arrivare alla nostra destinazione, Egirdir

Guida locale (inglese) e trasporti inclusi nella quota viaggio. Eventuali Ingressi inclusi in cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 6

Da Egirdir a Pamukkale

history
50 %
culture
50 %
Boat tour e la strada verso Pamukkale
Vedi mappa

Seguendo le orme di Pechino Express questa mattina ci svegliamo a Egirdir, una cittadina fuori dalle rotte turistiche che si trova sulle sponde dell’omonimo lago. Sapete questo cosa significa, vero? Indovinato: dopo colazione andremo alla scoperta proprio del lago, facendo un giro in barca e godendoci qualche ora di relax prima di visitare la prima moschea del viaggio: la Hızır Bey Cami.

La strada però ci chiama, e noi non possiamo farla aspettare: ci rimettiamo in marcia per raggiungere la famosissima Pamukkale, che in passato ospitava l’importante centro termale romano (e in seguito bizantino) di Hierapolis


Guida locale (inglese) e trasporti inclusi nella quota viaggio. Escursioni e ingressi inclusi in cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 7

Scopriamo Pamukkale

nature
50 %
relax
50 %
Hierapolis

Pamukkale deve la sua fama alle terrazze di calcite bianchissime invase dalle acque termali che provengono dalla montagna sovrastante, il famosissimo “castello di cotone” – stamattina camminiamo tra queste vasche (il bagno lo faremo più tardi!) e visitiamo l’antico centro termale di origine romana di Hierapolis. Fondata circa nel 190 a.C. ricorda tempi antichissimi in cui greci, romani, ebrei, pagani e cristiani convivevano pacificamente: camminiamo tra le rovine della città, ben conservate, passando davanti al Tempio di Apollo e al Teatro Romano, che poteva contenere fino a 12mila spettatori, fino a raggiungere l’agorà e l’Arco di Domiziano.

Parapendio o relax alle terme?

Dopo un veloce pranzo al sacco, per chi di noi lo desidera c’è la possibilità di un’attività che ci regalerà una scossa di adrenalina pura: possiamo infatti fare parapendio sopra il sito archeologico e le vasche termali, godendo così di un panorama mozzafiato e un punto di vista unico di quello che abbiamo appena scoperto a piedi. Per chi invece preferisce tenere i piedi ben saldi al suolo, possiamo finalmente immergerci nelle piscine e godere dei benefici dell’acqua calda e aspettare il tramonto. Per la serata infine scegliamo il locale con pouf e narghilè che più ci ispira e ci godiamo qualche altra leccornia locale!

Guida locale e trasporti inclusi nella quota viaggio. Escursioni ed ingressi inclusi in cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti. Volo in parapendio (facoltativo) a carico dei singoli partecipanti.

giorno 8

Selcuk e Efeso

history
80 %
culture
20 %
Torniamo indietro nel tempo
Vedi mappa

Ci spostiamo nuovamente: dopo colazione salutiamo la bella Pamukkale e ripartiamo, direzione Selçuk. A pochi chilometri da questa cittadina troviamo poi la vera destinazione di questa giornata di viaggio: l’antica città di Efeso, una della più grandi città ioniche in Anatolia, importantissimo centro commerciale e capitale della provincia romana in Asia – oggi uno dei siti archeologici più importanti del Mar Mediterraneo. 

Dopo un pranzo veloce – oggi possiamo magari assaggiare la çorba (cioè la zuppa di lenticchie rosse, di yogurt o di grano, a noi la scelta!) – inizia la nostra visita al sito archeologico: camminiamo nell’agorà, l’antica piazza nel cui centro sorgeva il Tempio di Iside, e continuiamo nell’Odeon, il Pritaneo (municipio) l’Asceplion (ospedale), la Porta di Ercole e il Tempio di Adriano. Resteremo a bocca aperta davanti a questi resti antichissimi, pensando a come poco meno di 2.000 anni fa c’erano persone che proprio come noi percorrevano esattamente le stesse strade in cui stiamo passeggiando ora e di come tanta bellezza sia riuscita a resistere nel tempo, sfidando lo scorrere degli anni. 


Guida locale (inglese) e trasporti inclusi nella quota viaggio. Escursioni e ingressi inclusi in cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 9

Da Selcuk a Istanbul passando per Smirne

relax
70 %
party
30 %
On the road verso Istanbul
Vedi mappa

Oggi finalmente ce la prendiamo con calma… anzi, no: è arrivato il momento di rimettere lo zaino in spalla e finalmente tornare dove il nostro viaggio è iniziato. Dove, quindi, se non nella capitale della Turchia? Istanbul, arriviamo!

Sulla strada ci fermiamo qualche ora a Smirne e, dopo un obbligatorio - ma veloce - pranzetto sul lungomare, proseguiamo verso la capitale turca - e sì, stasera ci sta un pò di movida!


Guida locale (inglese) e trasporti inclusi nella quota viaggio. Escursioni e ingressi inclusi in cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 10

Istanbul classica

history
40 %
culture
30 %
party
30 %
Tra le meraviglie di Istanbul

Ci siamo, finalmente: è arrivato il momento di scoprire Istanbul! Questa città dalle origini antiche, che un tempo si chiamò prima Bisanzio e poi Costantinopoli, fu capitale dell’Impero Romano, Bizantino, Latino e Ottomano: aspettiamoci quindi un luogo dalle mille sfaccettature! Iniziamo ad immergerci nella città partendo dalla Moschea Blu, sicuramente l’edificio più fotogenico di Istanbul: il nome deriva dalle più di 20mila piastrelle di ceramica turchese che decorano le pareti della cupola – sicuramente resteremo con i nasi all’insù per un bel po’! Anche l’esterno non scherza: grandi archi, linee curve e una simmetria quasi surreale rendono questo luogo magico.

Ci spostiamo poi alla Basilica di Santa Sofia, che fino al XV secolo deteneva il primato di Chiesa più imponente della cristianità: in effetti, anche questa volta, resteremo senza fiato davanti alla maestosità e alla grandezza degli interni, in particolar modo dalla cupola, voluta, come tutta la Basilica, dall’Imperatore Giustiniano. 

Next stop? Calma, è quello che ci vuole ora: Istanbul può essere molto caotica quindi è giunta l’ora di rifugiarci sotto terra, nella Basilica Cisterna; si tratta di un'antica cisterna sotterranea costruita dall'imperatore Giustiniano I° nel 532, un luogo veramente unico  nel suo genere e molto suggestivo. Lontani dal rumore della città, avvolti in un'atmosfera surreale, perderemo la percezione del tempo e dello spazio, sospesi su una distesa di acqua calma, nella semi oscurità, lungo colonnati che sembrano infinite navate di una enorme Basilica.

Bazar e tramonto

Dopo pranzo – probabilmente ci concedere l’ennesimo kebab, ma come dire di no? – possiamo un paio di ore esplorando il Gran Bazar, che per secoli (e ancora oggi) è il cuore della Città Vecchia. Avremo tempo per perderci tra le bancarelle, cercando di scovare magari qualche souvenir, senza dimenticarci di addentrarci in qualche stradina secondaria per vedere gli artigiani all’opera. Assaggiamo anche il succo di melograno, che qui bevono a tutte le ore per rinfrescarsi dal caldo!

Per concludere questa prima giornata a Istanbul, infine, se il cielo è limpido, possiamo valutare di fare una crociera sul Bosforo al tramonto: vedere il cielo tingersi di arancione e rosa, con lo skyline della città davanti ai nostri occhi, sarà un momento che ricorderemo senza bisogno di fare foto - in fondo, basta davvero godersi appieno il momento, senza troppe distrazioni.

Trasporti, ingressi e escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 11

Istanbul inesplorata

history
40 %
culture
40 %
party
20 %
Tra i quartieri meno conosciuti

L’ultima mattinata in terra turca non potevamo trascorrerla senza vedere la vera anima di Istanbul, quella inesplorata, fatta di quartieri meno conosciuti, tra casette di legno colorate, vicoli stretti e acciottolati e il profumo del pane appena sfornato… Quindi indossiamo scarpe comode e diamo spazio agli Indiana Jones che abbiamo nascosti dentro di noi! Dopo tutto, siamo avventurieri sulle orme di Pechino Express! 

Il pomeriggio è poi libero: ognuno potrà, in base a quello che più ha amato della Turchia, decidere di vivere queste ultime ore come meglio crede – consigliamo di non lasciarsi sfuggire l’occasione per provare l’esperienza dell’hammam (il bagno turco) ma a voi la scelta! Ci si ritrova, infine, tutti riuniti per la cena di arrivederci – brindiamo a questa avventura! 


Trasporti, ingressi e escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.

giorno 12

Check-out e saluti

Si torna a casa
Check-out e saluti. Il tempo è volato, succede sempre quando si vivono nuove avventure!
Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa