Zero idee per Capodanno?

Itinerario - USA beats: Jazz & Blues da Chicago a New Orleans

giorno 1

Chicago, the windy city

culture
100 %
Benvenuti negli States!
Vedi mappa

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta.

Check-in in hotel a Chicago. Siamo nella “Windy City”, come viene soprannominata Chicago. Il vento qui in effetti è una costante - ma un po’ di brezza che viene dall'immenso lago Michigan, sul quale la città si affaccia, di certo non ci spaventa. Iniziamo ad esplorare la città - come prima tappa The Bean è un must! - e poi andiamo ad assaggiare il piatto più famoso di Chicago… la deep dish pizza! Questa pizza “inversa” riuscirà a conquistarci o resteremo fedeli all'originale?

Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 2

Sulla 66 in direzione St. Louis

culture
60 %
party
40 %
Sulla Route 66
Vedi mappa

Oggi inizia ufficialmente il nostro viaggio on the road: siamo pronti ad attraversare tutto lo stato dell’Illinois ed entrare in Missouri! Dopo una buona colazione americana (bacon&eggs anyone?) ritiriamo le nostre auto a noleggio e ci lasciamo alle spalle gli alti grattacieli di Chicago. Dato che oggi faremo circa 5 ore di viaggio ci concediamo qualche pausa in più: prima tappa infatti è Wilmington, una cittadina che sorge lungo la famosissima Route 66. Ci fermiamo per scattare una foto con la statua più famosa da queste parti, il Gemini Giant - un gigante con in mano un razzo spaziale, a simboleggiare il programma spaziale Gemini. Ci rimettiamo poi in marcia fino al prossimo stop, Pontiac, dove pranziamo in un diner e facciamo due passi tra i numerosi murales, sempre a tema Route 66.

Da Springfield a St. Louis
Vedi mappa

Dopo pranzo saliamo di nuovo in auto e in circa un’ora e mezza arriviamo a Springfield - incontreremo forse la famiglia Simpson? Siamo nella capitale dell’Illinois: pulita e ordinata, dalle casette basse e ordinate proprio come si vedono nei film. Qui visse anche il famoso presidente Lincoln e non ci mettiamo troppo ad accorgerci che questa città è interamente dedicata a lui: ad old Abe sono dedicate statue, murales e musei. Possiamo visitare la casa dove visse e perderci tra le strade del centro, prima di ripartire per raggiungere la tappa finale di oggi: usciamo ufficialmente dall’Illinois ed entriamo in Missouri, arrivando fino a St. Louis. Arrivati ci aspetta la nostra cena di benvenuto, durante la quale assaggiamo i toasted ravioli, un appetizer famoso da queste parti, per poi spostarci in un pub dove ascoltare della musica live.

Noleggio auto e cena di benvenuto inclusi nella quota viaggio. Benzina, pedaggi e ingressi inclusi nella cassa comune. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 3

Alla scoperta di St. Louis

culture
60 %
party
40 %
A spasso per St. Louis
Vedi mappa

Abbiamo a disposizione tutta la giornata per scoprire la città di St. Louis, che sorge sul fiume più lungo degli Stati Uniti, il Mississippi. Partiamo dal simbolo della città, il Gateway Arch, un arco costruito negli anni ‘60 che vince il primato di essere il più alto del mondo - volendo possiamo anche salire all'osservatorio e avere una visuale panoramica su tutta St. Louis. Proseguiamo poi visitando altri punti di interesse, tra i quali l’Old Courthouse, un palazzo di giustizia del 1800, e la Cattedrale di St. Louis, che custodisce la più grande collezione di mosaici al mondo fuori dalla Russia. Per pranzo ci spostiamo sul fiume per mangiare con uno dei panorami più belli di tutta la città.

Crociera, baseball o birra?

Nel pomeriggio possiamo valutare il da farsi: abbiamo la possibilità di fare una crociera sul Mississippi - un bel modo per scoprire la città da un altro punto di vista - oppure, se la giornata è quella giusta, andare a vedere una partita di baseball - senza dubbio un’esperienza da non perdere negli Stati Uniti. Se ci piace la birra, possiamo fare un salto al birrificio della Anheuser-Busch, che è nota per essere la produttrice del marchio Budweiser. Non siamo ancora felici? Possiamo trascorrere il pomeriggio al parco, scegliendo tra il Tower Grove Park e i giardini botanici. Concludiamo la giornata in un locale dove ascoltare della musica live - questa sera il ritmo sarà quello del blues!

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

On the Road in direzione Nashville, the "Music City"

history
40 %
culture
60 %
La città della musica
Vedi mappa

Salutiamo St. Louis e ci rimettiamo on the road - e cambiamo stato: lasciamo il Missouri per entrare nel Tennessee. In circa 5 ore arriviamo nella città della musica, Nashville, che viene anche chiamata proprio “Music City”. Appena arrivati saremo travolti dalle note della musica country, che qui è praticamente il genere che regna su tutti: posiamo gli zaini in struttura e facciamo subito due passi a Broadway, la via principale, dove ci sono alcuni locali che sono delle vere e proprie istituzioni, come il Tootsie Wild Orchid Lounge o l’Honky Tonk Central. Ci spostiamo poi al vicino Riverfront Park dove possiamo fare due passi lungo il fiume e trovare un locale dove pranzare.

Jazz, blues o country?

Nel pomeriggio proseguiamo visitando un’altra strada super famosa da queste parti, Printer’s Alley. Questa, almeno fino al 1968, era la strada della trasgressione: durante il proibizionismo infatti, quando era vietato vendere o servire alcolici in tutto il Tennessee, i locali di questa strada se ne infischiavano e qui era possibile consumare allegramente alcol. Ci possiamo fermare da queste parti anche per la serata, visto che ci sono molti locali dove è possibile ascoltare musica jazz o blues dal vivo. In alternativa, ammesso che riusciamo ad acquistare i biglietti, possiamo assistere alla registrazione live del programma radiofonico più vecchio degli Stati Uniti, il Grand Ole Opry. Qualsiasi sia la scelta, sarà la musica ad essere al centro della nostra serata!

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

Alla scoperta di Nashville

relax
20 %
culture
20 %
party
60 %
Scopriamo Nashville

Buongiorno Nashville! Ci svegliamo con le note musicali di una canzone country che suona alla radio - impossibile non lasciarsi coinvolgere dal ritmo di questa città. Facciamo colazione in un diner, magari con dei buoni pancakes, e poi dedichiamo la giornata all'esplorazione della città. Una tappa obbligatoria è il Country Music Hall of Fame and Music Center (tranquilla, la visita durerà meno del tempo impiegato per pronunciare il nome di questo posto), dove la musica è una vera e propria religione: qui possiamo vedere strumenti musicali di ogni tipo, vestiti e costumi di scena, locandine e foto d’epoca… insomma, ci faremo una vera e propria cultura musicale. Per pranzo… hamburger?

Come i cowboys!

Possiamo proseguire la nostra full immersion nella storia della musica anche nel pomeriggio visitando gli RCA Studio B, dove in moltissimi hanno inciso i loro capolavori, tra i quali anche il mitico Elvis. In alternativa possiamo scoprire altri luoghi di interesse, come ad esempio Centennial Park, dove troviamo addirittura una riproduzione fedele del Partenone (per quanto strano possa suonare), o Capitol Hill, dove possiamo scoprire la storia della città. Qualsiasi sia la nostra scelta, di una cosa siamo certi: anche questa sera il locale dove scegliamo di trascorrere la serata dovrà avere musica dal vivo. Se ieri era jazz, questa sera… country? Ovviamente non possono mancare cappello e stivali da cowboy!

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

On the Road Again...Atlanta arriviamo!

nature
20 %
history
20 %
culture
40 %
party
20 %
Pausa a Chattanooga
Vedi mappa

Nashville, è stato bello: dobbiamo però salutarci, il nostro viaggio prosegue verso nuovi orizzonte. Anzi, verso nuovi stati: usciamo dal Tennessee ed entriamo in Georgia - il nostro viaggio ci sta portando sempre più a sud, in quelli che sono gli stati più tradizionali di tutti gli Stati Uniti. Ci mettiamo on the road e in circa due ore arriviamo al primo stop di oggi, Chattanooga: una pausa è obbligatoria, almeno per mettere qualcosa sotto i denti. Ci fermiamo al parco, così da ricaricare le batterie e fare anche due passi - stare seduti in macchina può essere rilassante ma meglio tenere i muscoli svegli!

Arriviamo ad Atlanta
Vedi mappa

Prosegue il nostro viaggio dopo pranzo fino a raggiungere Atlanta - che in estate, a causa delle alte temperature, si è aggiudicata il soprannome di “Hotlanta”. Oggi pomeriggio ce la prendiamo con più calma: arriviamo in struttura, ci facciamo una bella doccia e poi esploriamo le vie di Atlanta andando a zonzo tra le vie del centro, facendoci guidare dal nostro istinto - di solito il modo migliore per scoprire gli scorci più belli. Per la cena raggiungiamo uno dei luoghi più famosi della città dove possiamo trovare cibo per tutti i palati: il Krog Street Market - di certo non lasceremo questo posto affamati!

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Alla scoperta di Atlanta

history
30 %
culture
40 %
party
30 %
Un tuffo nella Coca Cola

Dedichiamo la giornata di oggi all'esplorazione di Atlanta - qui in realtà di davvero davvero famoso c’è una cosa sola: il Coca Cola World! Un vero e proprio museo che racconta la storia di questo brand internazionale, dall'invenzione della ricetta segretissima nel 1886 fino ad oggi. Scopriremo gli ingredienti? No. Potremo fare esperimenti che coinvolgono Coca Cola e Mentos? Probabilmente no (o almeno, non all'interno del museo). Potremo assaggiare più di 100 gusti di Coca Cola? Sì, cercando di tenere sotto controllo il nostro livello di zuccheri. Seguiteci per queste e altre domande assurde :-)

Due passi per Atlanta

Dopo il museo della Coca Cola, scegliamo come esplorare la città: non ci farebbe male, visto il quantitativo di zuccheri assunti, fare un tour di Atlanta in bicicletta. Una tappa interessante è il Martin Luther King, Jr. National Historic Site, un luogo dove possiamo rivivere il movimento visionario per i diritti civili che King ha ispirato e per il quale ha combattuto. In alternativa, possiamo fare un salto all'acquario di Atlanta oppure andare a rilassarci a Piedmont Park, un parco enorme che viene paragonato a Central Park di New York. Questa sera infine possiamo fare un salto indietro nel tempo e andare allo Starlight Drive-In per vedere un film… sentendoci dentro a un film!

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi e visita alla fabbrica della Coca Cola inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 8

Memphis, la città del mitico Elvis

culture
60 %
party
40 %
Nella città di Elvis
Vedi mappa

Dopo una buona colazione (oggi french toast?) riparte il nostro viaggio on the road, che oggi ci porta ad attraversare uno stato intero per raggiungerne un altro. Dalla Georgia infatti arriviamo in Alabama, dove non ci fermiamo - a parte per scattare una foto ricordo - ma attraversiamo da est a ovest fino ad arrivare a Tupelo, nello stato del Mississippi. Questa è la prima tappa della giornata - una cittadina decisamente sperduta, molto più piccola rispetto a quelle che abbiamo visto fino ad ora. Tuttavia una capatina la facciamo lo stesso, se non altro perché qui è nato il re del rock and roll, Elvis Presley - e osserviamo per bene la sua casa natale, perché domani potremo visitare quella dove visse dopo il suo successo, decisamente più sfarzosa.

We are in Memphis
Vedi mappa

Dopo il nostro stop e dopo aver pranzato con qualcos'altro di tipico americano (il grilled cheese è un must da provare), proseguiamo con il nostro viaggio, questa volta verso ovest. Arriviamo a Memphis e non perdiamo molto tempo: facciamo check in in struttura, posiamo gli zaini e poi raggiungiamo subito Beale Street, la strada principale, dove di nuovo ci immergiamo nei ritmi di un’altra delle città della musica degli States. Non può mancare anche una tappa a Sun Studio, uno studio di registrazione che ha fatto la storia e che conta tra i tanti artisti che hanno registrato le loro hits qui anche (ovviamente) il grande Elvis. Per cena invece dobbiamo per forza assaggiare il soul food, il cibo del sud che, come dice il nome stesso, è fatto con l’anima - ed è incredibilmente buono.

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 9

Graceland, nel regno del re del Rock'n Roll

culture
60 %
party
40 %
Nel regno di Elvis

A Memphis la tappa obbligatoria è solo una: Graceland. Dedichiamo la mattina a visitare la casa di Elvis e a scoprire tutti i suoi segreti: qui il re del rock'n roll visse insieme ai genitori prima e poi con l’unica donna che abbia mai sposato, l’attrice Priscilla Beaulieu. La casa è in stile coloniale ma sono stati fatti molti cambiamenti, soprattutto per alcune stanze interne, che sono dei veri e propri luoghi di culto, dalla Jungle Room in stile giungla (con addirittura una cascata!) al giardino della meditazione, fino alla sala dell’oro, un vera e propria stanza dei trofei dove sono celebrati tutti i successi del re. Insomma: una casa che ha fatto storia e che continua a stupire anche ai nostri giorni.

Un po' di storia americana

Nel pomeriggio cambiamo registro: questi stati del sud degli Stati Uniti sono stati teatro delle lotte per i diritti civili della popolazione afro-americana e dei neri in generale, quindi possiamo fare un salto al National Civil Rights Museum per scoprire di più su questa importante fetta di storia degli States. Per la serata invece possiamo controllare se al Levitt Shell, un anfiteatro all'aperto, sia in programma un concerto gratuito - ne fanno 50 ogni anno, magari capitiamo qui nella serata giusta! In ogni caso i locali dove ascoltare buona musica sorseggiando un buon cocktail o una birra non mancano di certo - e anche le discoteche non sono affatto male, quindi prepariamoci a sfoderare le nostre mosse di danza migliori!

Noleggio auto e ingresso a Graceland (Elvis Experience Tour) inclusi nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 10

Natchez, la coloniale

history
50 %
culture
40 %
party
10 %
Sulle orme del blues
Vedi mappa

Memphis è stata un’ottima compagna di viaggio ma il nostro on the road deve proseguire: anche oggi ci aspettano diverse ore in auto, quindi facciamo scorta di snacks prima di metterci in marcia. Gli stop non mancheranno: il primo è a Tunica, dove facciamo un salto al Gateway to the Blues Museum and Visitor Center e poi, se il tempo è dalla nostra, possiamo andare a tentare la fortuna in uno dei tanti casinò. Altra tappa immancabile è Clarksdale, la città dove è nato il blues, che significa “tristezza” - proprio come erano tristi i canti che intonavano gli schiavi di colore che lavoravano nei grandi campi di cotone. Facciamo due passi nella cittadina fino al Ground Zero Blues Club, locale di proprietà di Morgan Freeman che sembra uscita da un film d’altri tempi.

Torniamo indietro nel tempo
Vedi mappa

Dopo aver pranzato a Clarksdale, continuiamo a spostarci verso sud, seguendo il corso del fiume Mississippi, fino alla prossima tappa di oggi: arriviamo a Vicksburg, che durante la Guerra civile americana fu teatro di una celebre battaglia per la conquista e il controllo del fiume. Facciamo un salto al museo sulla Guerra civile per scoprire anche questa parte di storia degli States - che di solito viene un po’ snobbata, preferendo scoprire altri luoghi degli USA, come i grandi parchi o le città più famose. Poi di nuovo tutti in auto: in circa un’ora e mezza raggiungiamo Natchez, una cittadina dal sapore coloniale che si affaccia sul Mississippi dove trascorriamo la serata.

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi ai musei inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 11

Arriviamo a New Orleans, frenetica e spumeggiante

nature
20 %
relax
40 %
party
40 %
Nelle grandi piantagioni del sud

Oggi siamo di nuovo on the road, attraversando le grandi distese piatte dei campi del sud: salutiamo lo stato del Mississippi e entriamo ufficialmente in Louisiana. Ormai ci siamo abituati a questo tipo di paesaggi e alle città dall'aria coloniale di un tempo: questa mattina, prima di arrivare a New Orleans, ci fermiamo alla Oak Valley Plantation, un luogo tranquillo e quasi magico dove sembra di tornare ai tempi della guerra civile. L’enorme viale d’ingresso, abbracciato da possenti querce che hanno più di 300 anni, ci porta fino alla Big House, una villa coloniale dove il personale indossa gli abiti tipici di fine ‘800. Ci facciamo incantare da questa ambientazione e visitiamo la piantagione, che fu anche il set di film come “12 anni schiavo” e di videoclip musicali - “Dejavù” di Beyoncé suona familiare?

A zonzo per Bourbon Street

Dopo aver trascorso la mattinata nella pace siamo pronti a tuffarci nella frenetica e sempre spumeggiante New Orleans: questa città ha un fascino unico e non si può paragonare a nessun’altra città degli States. Facciamo il check-in in struttura e poi siamo pronti ad iniziare l’esplorazione: partiamo alla grande con la strada più famosa della città, Bourbon Street, nel quartiere francese, il cuore pulsante di New Orleans per tutti i 300 anni della sua esistenza. Qui gli edifici sono in stile coloniale e francese e creano un’atmosfera quasi surreale - basta alzare lo sguardo e all'orizzonte infatti sbucano i grattacieli e i palazzi moderni, in netto contrasto con questa zona della città. Ci facciamo attirare dalle note che escono dai vari locali di Bourbon Street e ne scegliamo uno dove trascorrere la serata - se poi riusciamo ad assaggiare anche il famoso gumbo, un classico da queste parti, tanto meglio!

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed escursione alla piantagioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 12

Alla scoperta di New Orleans

relax
20 %
culture
40 %
party
40 %
Le mille facce di New Orleans
Vedi mappa

Per una colazione speciale questa mattina tentiamo la sorte e proviamo con Café du Monde: tentiamo è la parola giusta, perché questo café è il più antico della città e serve caffè e beignets fin dal 1862. Riusciremo a trovare posto? In ogni caso, non disperiamo: i café a New Orleans di certo non mancano! Abbiamo la giornata intera per esplorare la città: torniamo ovviamente a Bourbon Street, almeno per viverla anche di giorno, e poi non ci facciamo mancare altra tappe, come Jackson Square, dove domina il panorama la St. Louis Cathedral, completata nel 1794 - una chiesa storica, considerando gli standard americani. Passiamo poi anche per Bywater, la zona più hippie, dove i palazzi sono decorati con murales e dove si respira un’aria bohemien di altri tempi.

Bontà culinarie
A New Orleans, oltre alla musica e a Bourbon Street, di famosa c’è anche il cibo, e in particolare i frutti di mare: obbligatorio assaggiare le ostriche, in particolare le chargrilled Oysters, specialità locale, oppure possiamo fare una scorpacciata di seafood boil - un mix di gamberi, chele di granchio, ostriche, cozze, vongole e, immancabile, anche le pannocchie.
Un ultimo pomeriggio a NOLO

Il pomeriggio abbiamo del tempo libero e possiamo decidere insieme come occuparlo - di sicuro due passi nel City Park, il parco cittadino fondato nel 1854, non ci faranno male, dopo la scorpacciata di pesce fatta a pranzo. Proseguiamo poi la nostra full immersion nel mondo della musica visitando il New Orleans Jazz Museum oppure possiamo fare un giro nelle streetcars, i tram storici che sono in circolazione in città fin dal 1835. Per una pausa merenda andiamo a Oak Street, un’istituzione qui quando si parla di cibo e di musica - qui assaggiamo magari il Po’Boys, un panino “povero” farcito con insalata, pomodori, cetrioli, maionese e frutti di mare fritti. Per la serata ci spostiamo di nuovo su Bourbon Street per vivere di nuovo il ritmo di questa città sulla nostra pelle.

Noleggio auto incluso nella quota viaggio. Benzina, pedaggi ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 13

Back to Chicago

relax
10 %
culture
50 %
party
40 %
Torniamo a Chicago
Vedi mappa

Il nostro viaggio nel sud degli States finisce qui: questa mattina salutiamo New Orleans (a malincuore) e con un volo interno torniamo a nord, dove tutto è iniziato. Chicago, con i suoi alti grattacieli e il suo vento quasi perenne, è pronta ad accoglierci: atterriamo con la vista del lago Michigan sotto di noi, arriviamo in struttura per fare il check-in e rinfrescarci e poi siamo pronti ad esplorare anche questa città - molto diversa da quelle del sud, e ci basta uno sguardo per accorgersene. Per pranzo mangiamo un altro piatto tipico di Chicago, l’Al’s Italian Beef Sandwich e poi, come dessert, non possono mancare le famose doughnuts americane.

Scopriamo la città

Ci siamo già stati ma visto che siamo qui, facciamo di nuovo un salto al Millennium Park, dove ci facciamo mille selfie e foto davanti a The Bean, che riflette noi e lo skyline della città. Poi decidiamo insieme il da farsi: possiamo andare al Navy Pier, pieno di negozi e attrazioni per fare un po’ di shopping, oppure fare un salto in uno dei tanti musei. DI sicuro di imperdibile c’è una cosa: la Willis Tower, dove possiamo fare qualche passo nel vuoto! Nell'osservatorio infatti è possibile camminare su una sporgenza fatta interamente di vetro a più di 400 metri di altezza - decisamente non adatto a chi soffre di vertigini! Dopo l’adrenalina ci aspetta la cena di arrivederci: l’ultima serata insieme per rivivere i momenti più belli di questo viaggio incredibile, che ci ha portati ad attraversare gli Stati Uniti da nord a sud.

Volo interno da New Orleans a Chicago e cena di arrivederci inclusi nella quota viaggio. Eventuali ingressi e trasporti locali inclusi nella cassa comune. Ulteriori pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 14

Si torna a casa

Check out e saluti
Dobbiamo salutarci, il nostro viaggio negli States finisce qui: ci vediamo presto per un altro WeRoad.
Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa