Fino a €200 di sconto su viaggi fino a marzo 2023, prenotando entro il 30 settembre.

Itinerario - Arabia Saudita 360°

giorno 1

Benvenuti in Arabia Saudita

history
50 %
culture
50 %
Check in a Riyadh

I voli aerei da/per l'Italia non sono inclusi nel pacchetto, così potrai decidere da quale aeroporto partire, a che ora e con la compagnia aerea che preferisci... Questo per darti la massima libertà di scelta.

Check-in in hotel a Riyadh. Scaldiamo per bene i motori per l’avventura che ci aspetta nei prossimi giorni - l’Arabia Saudita è un po’ la sorella gemella della Giordania, solo… decisamente più grande! Questa sera abbiamo la nostra cena di benvenuto, durante la quale ci potremo conoscere meglio, assaggiare specialità della cucina locale e brindare al nostro viaggio appena iniziato. Ecco qui come funziona il ritrovo!

Cena di benvenuto inclusa nella quota viaggio. Altri pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 2

Red Sand Dunes e The Edge of the World

nature
90 %
culture
10 %
Partiamo subito con l'avventura!

Molti di noi hanno un’idea moderna dell’Arabia Saudita e come dargli torto: Riyadh, la capitale, è una metropoli costellata da alti grattacieli e un labirinto di strade trafficate. Questa mattina, però, voltiamo completamente pagina e ci immergiamo subito nella natura incontaminata, partendo con un’escursione alle “Red Sand Dunes” che, come suggerisce il nome, sono dune di sabbia rossa che è possibile percorrere anche noleggiando i quad! Pronti a essere ricoperti di sabbia?!


Al confine del mondo!

E visto che abbiamo iniziato la giornata all’insegna dell’avventura, non ci resta che concludere degnamente questo nostro primo giorno insieme andando a “Edge of The World”, una bellezza naturale che si trova nel deserto roccioso a nordovest di Riyadh: una spettacolare scarpata a picco sul deserto con diversi percorsi di trekking un po’ per tutti i livelli - noi scegliamo quello che ci ispira e esploriamo questo luogo incredibile. Sicuramente non possiamo perderci “the Pillar”, un vero e proprio pilastro di roccia (decisamente poco adatto a chi soffre di vertigini!), così come il tramonto, indimenticabile da qui - sarà il primo, vero tramonto di questo viaggio: godiamocelo fino in fondo!

Ingressi, trasporti e escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti. N.B.: Al momento - e fino a data non ancora comunicata - Edge of the World non è raggiungibile. Il coordinatore si occuperà di proporre al gruppo attività alternative simili come esperienza, costo e durata.
giorno 3

In volo da Riyadh ad Tabuk: destinazione Haql

nature
30 %
history
20 %
culture
50 %
In volo verso Nord

Abbiamo di fronte a noi una lunga mattinata di viaggio: è tempo di salutare la capitale raggiungendo l’aeroporto, dove prendiamo il primo volo diretto per Tabuk. Giunti a destinazione noleggiamo le auto e si riparte: il bello del viaggio, in fin dei conti, è il viaggio stesso, no? Pranziamo on the road godendoci l’aria calda che ci regala questo fantastico Paese.

Il Titanic dell’Arabia Saudita

A 50 chilometri a sud della città di Haql, sulla barriera corallina, troveremo ad aspettarci 'Georgios G' ...no, non è un nostro amico ma è conosciuto tra i locali come il Saudi Titanic o semplicemente come 'Safinat Haql' che sta per la 'barca di Haql' in arabo.

Di leggende sulla storia di questo relitto ce ne sono a migliaia ma quello che sappiamo per certo è che questa nave fu costruita in Inghilterra, dopo la fine della seconda guerra mondiale, e varata nel 1958; all'epoca del suo “ultimo viaggio”, nel 1978, Georgios trasportava un carico di farina di proprietà di un uomo d'affari saudita.

Non è chiaro cosa abbia causato il suo sfortunato destino ma è da quel lontano 1978 che Georgios è lì, immobile, ormai re incontrastato del paesaggio :-)

Volo domestico per Tabuk e macchine a noleggio inclusi nella quota viaggio. Benzina ed eventuali ingressi inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 4

Tayeb Al-Ism e altre meraviglie

nature
40 %
history
30 %
culture
30 %
Tayeb Al-Ism, una delle meraviglie naturali dell'Arabia Saudita

Dopo una bella dormita siamo prontissimi ad iniziare la giornata col botto: montiamo in auto e raggiungiamo Tayeb Al-Ism, una delle meraviglie naturali dell'Arabia Saudita. Questa bellezza naturale si trova nel Golfo di Aqaba, a soli 15 chilometri a nord della città costiera di Maqna.

Quando ci si avvicina per la strada che costeggia le acque turchesi e le spiagge bianche del Golfo di Aqaba, ciò che colpisce per prima è la forma imponente del massiccio granitico del Tayeb Al-Ism, alto 600 metri, i cui spigoli vivi cadono proprio nel Golfo.

La notorietà di questo Wadi è anche strettamente correlata alla religione, tanto che questa zona è conosciuta come “la valle di Mosè”...ma questa è un’altra storia e ve la racconteremo in viaggio :-)


Immersi nel deserto

Dopo esserci sentiti come Alberto Angela visitando anche l’antica città di Maydan, torniamo nel mondo moderno...insomma, più o meno! Raggiungiamo infatti Ras Al-Sheikh Hamid dove troveremo il relitto di un PBY-5A Catalina, un idrovolante militare americano degli anni '30. Eh sì, lo ammettiamo, abbiamo una notevole passione per i relitti :-), ma è già tempo di raggiungere la nostra tappa finale, Duba City.

Trasporti inclusi nella quota viaggio. Benzina ed eventuali ingressi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 5

Verso il deserto: l'incredibile Wadi Qaraqir e l’Elephant Rock

nature
50 %
history
50 %
Come indiana Jones

A mano a mano che il nostro viaggio procede, ci accorgiamo di quanti tesori sono custoditi in Arabia Saudita: anche oggi ne scopriamo un altro: si tratta del Wadi Qaraqir - noto anche come Wadi Desi - un canyon lungo 15 chilometri che attraversa il Jebel Qaraqir, un massiccio di arenaria che si trova a circa 80 chilometri a sud della città di Tabuk. Questa meraviglia naturale è stata per lungo tempo un segreto ben custodito tra gli esploratori e cioè prima che fosse costruita la strada che conduce alla vicina città di Dissah.

La prima caratteristica che colpisce di questo wadi sono le sue dimensioni: all'ingresso orientale del canyon le falesie laterali sono già più alte di 100 metri...ma è solo verso l'ingresso occidentale che il divario tra il fondo del wadi e le falesie più alte raggiungono facilmente i 500 metri!

Metteteci anche un corso d'acqua che scorre attraverso il canyon ed avrete la perfezione!

The Elephant Rock

Lasciamo il Wadi Desi e raggiugiamo il deserto e AlUla, dove ci fermeremo a mangiare un boccone. Dopo pranzo e con la pancia piena che ne dite di fare un salto all’Elephant Rock? 52 metri di arenaria rossa sono stati modellati dalle forze naturali: milioni di anni di erosione del vento e dell'acqua hanno definito la sagoma di questa meraviglia naturale immersa in un paesaggio di sabbie dorate. E per finire alla grandissima stasera si dorme in un campo tendato, giusto per non farci mancare nulla! 


Trasporti inclusi nella quota viaggio. Benzina ed eventuali ingressi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 6

AlUla e il suo deserto

nature
50 %
history
50 %
Mada’in Saleh, la Petra dell'Arabia Saudita

Ci svegliamo con le prime luci dell’alba - perché siamo nel deserto, e vuoi non vederla un’alba dal deserto? Facciamo colazione nel campo tendato e ci prepariamo per l’intensa giornata che ci aspetta. Saliamo a bordo delle nostre auto e in circa mezz’oretta arriviamo a Mada’in Saleh, quella che viene chiamata “la Petra dell’Arabia Saudita”. Neanche a dirlo, questo sito archeologico è patrimonio dell’umanità dell’UNESCO - giustamente, aggiungiamo noi: nel VI secolo a.C. era un’importante stazione di sosta lungo la Via dell’Incenso e, grazie ai pedaggi, questo centro divenne così ricco da poter sovvenzionare templi e tombe scavate nelle pareti rocciose che possiamo ammirare ancora oggi.

Visitiamo il sito, restando a bocca aperta davanti a questa meraviglia che è ancora poco conosciuta - ma, ci scommettiamo, entrerà nel radar di tantissimi viaggiatori in breve tempo. Proseguiamo poi inoltrandoci tra le formazioni rocciose di Jibal Al-Rukkab, un canyon dal fascino unico. Ci fermiamo ad ammirare The Arch (noto anche come Rainbow Rock), uno spettacolo raro per via della struttura a forma di ponte, che ricorda un arcobaleno fiancheggiato da due nuvole.

E anche stasera ci addormentiamo guardando le stelle!

Trasporti inclusi nella quota viaggio. Benzina ed eventuali ingressi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 7

Dal deserto al mare passando per il “Black and White Volcano”

nature
70 %
culture
30 %
Bye Bye deserto

Altro giorno altra meraviglia! Oggi, però, i chilometri da macinare saranno parecchi quindi che ne dite di ammirare l’alba dal deserto e poi partire? Ok, aggiudicato, ci piacciono le scelte democratiche!

Circa 3 ore di strada ci separano dal Black and White Volcano, una “chicca” dell’Arabia Saudita ancora sconosciuta dal turismo di massa (per fortuna che noi abbiamo le nostri fonti local!).

L'Arabia Saudita ha oltre 2.000 vulcani dormienti da millenni - non sono morti! che nel passato hanno causato 13 grandi eruzioni.

Il contrasto eclatante della lava biancastra del monte Bayda e di quella cupa del monte Qadr danno origine al nome Black and White Volcano: una pista porta al bordo di entrambe le colate laviche dove è possibile sostare su questo confine vulcanico avendo un piede su ogni tipo di lava. Oggi ci sentiamo più Black o più White? D’altronde sono domande importanti se parliamo di outfit ;-)

Finalmente il mare

Dopo aver goduto di questo paesaggio pazzesco ripartiamo e ci fermiamo sulla strada a mangiare un boccone: ci aspettano altre 4 ore di strada e con la pancia piena è tutto più facile. Destinazione finale? Yanbu, sul Mar Rosso.

Trasporti inclusi nella quota viaggio. Eventuali ingressi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 8

Yanbu, il Mar Rosso e la casa di Lawrence

culture
40 %
relax
30 %
party
30 %
Meritato relax

Una sola notte in città e sentiamo già la mancanza del deserto, non è vero? Nessun problema, perché si rimedia subito: oggi si va al mare! Ritmi più rilassati e... tenetevi forte: la macchina la useremo pochissimo!

In mattinata possiamo recarci sull’isola di Al Baridi, una piccola insenatura idilliaca lungo le acque cristalline del Mar Rosso, luogo perfetto per i viaggiatori che desiderano esplorare la bellezza della costa.

E nel pomeriggio? Dalla vecchia città di Yanbu fino alla casa dove visse T.E. Lawrence - sì, è proprio lui, il Lawrence d'Arabia - oggi restaurata e utilizzata come museo sulla straordinaria storia dell'ufficiale britannico.

Insomma, di cosa da vedere ne abbiamo tante ma se preferite il relax non c’è problema: il mare c’è, ordiniamo un succo e ci godiamo il tramonto!

Trasporti inclusi nella quota viaggio. Eventuali ingressi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 9

Jeddah: la California Saudita

relax
50 %
party
50 %
Ultimo giorno di viaggio

Ultimo giorno e ultimo sforzo: in tre ore raggiungiamo Jeddah per tornare ad immergerci nell’Arabia moderna e cosmopolita.

Qui abbiamo l’imbarazzo della scelta sul da farsi: a parte i centri commerciali (che possono avere il loro perché, ma diciamocelo: ce ne sono di simili in tutto il mondo), possiamo valutare di fare un salto nei pressi della fontana del Re Fahd, la più alta fontana del mondo - il getto d’acqua raggiunge i 240 metri di altezza. C’è poi la moschea di Al Rahma, che durante l’alta marea sembra quasi essere stata costruita sull’acqua, e poi rilassarci sul lungomare prima di spostarci ad Al Balad, il quartiere più antico di Jeddah.

Possiamo fare un salto in un souk per cercare qualche souvenir (ora è il momento giusto per acquistarli!) e poi ci prendiamo del tempo per prepararci per la nostra cena di arrivederci. Abbiamo condiviso avventure incredibili e questo è sicuramente il modo migliore per salutarci: un brindisi a noi e a questo incredibile viaggio!

Cena di arrivederci inclusa nella quota viaggio. Eventuali ingressi ed escursioni inclusi nella cassa comune. Altri pasti e bevande a carico dei singoli partecipanti.
giorno 10

Bye Bye Saudi Arabia

culture
100 %
Check out e saluti a Jeddah

Tempo di saluti: arrivederci Arabia, noi ci vediamo al prossimo WeRoad!

Fine dei servizi di WeRoad. N.B. Il programma del tour potrebbe subire variazioni, rispetto a quanto pubblicato, per motivi non prevedibili ed esterni alla volontà di WeRoad (condizioni climatiche, festività, scioperi, ecc.).
Vedi mappa